Ai “Riuniti” di Reggio l’Associazione “Davide è tra noi” dona un sorriso ai bambini del reparto di Oncoematologia [FOTO e INTERVISTE]

Una battaglia combattuta dal piccolo Davide, portata avanti dalla mamma negli anni dopo la sua morte: l’Associazione “Davide è tra noi” ha organizzato una giornata dedicata ai bambini del reparto di Oncoematologia degli Ospedali “Riuniti” di Reggio Calabria

davide è tra noi (2)A parlare ai microfoni di StrettoWeb è Antonella Salvaguardia, una mamma coraggiosa che insieme al marito, Giovanni Musolino, tiene sempre vivo il ricordo di suo figlio Davide, deceduto da circa  tre anni a causa della leucemia linfobastica acuta, di cui era affetto.

Una battaglia che il piccolo Davide ha combattuto per circa sei anni, in cura presso il dh del reparto di Oncoematologia  degli Ospedali “Riuniti” di Reggio Calabria, dove oggi l’Associazione “Davide è tra noi” ha voluto portare un sorriso con un’iniziativa tutta dedicata ai piccoli pazienti, che hanno potuto giocare con il simulatore offerto dal TeamCronoFactorLive, ricevendo delle uova di cioccolato Ail donate loro dal presidente responsabile della squadra sportiva dell’Associazione, Michele Puntorieri.

davide è tra noi (11)L’Associazione nasce dopo la morte del piccolo Davide, ci trasmette Antonella Salvaguardia: “più che un’associazione, siamo un gruppo – dice – che aiutiamo le altre associazioni, come l’Ail, che nel nostro cammino ci ha dato tanto. L’idea di questa iniziativa c’era già tempo, per dare un sorriso ai meno fortunati, un’idea partita dal responsabile della squadra sportiva di questa associazione, Michele Puntorieri, anche lui molto motivato: lui si è autotassato per comprare le uova di Pasqua da donare ai bambini”.

Come suddetto, oggetto di gioco per i bambini oggi nella ludoteca del reparto è stato, tra le altre cose, un simulatore sportivo, che richiama una delle più grandi passioni di Davide, quella dei motori, dei go kart e delle macchine da corsa.

davide è tra noi (12)“Abbiamo portato oggi questo simulatore – aggiunge Antonella Salvaguardiagiusto come suo desiderio. Quindi oggi Davide è con noi, è tra noi”.

“Davide è sempre nel nostro cuore”, lo ribadisce commuovendosi Luisa Foletti, psicologa nel progetto Ludoteca dell’Ail, che sempre ai microfoni di StrettoWeb dice: “Oggi ci ritroviamo qui per donare un sorriso ai bambini in occasione della Santa Pasqua; è un pensiero bellissimo per sollevarli dalla sofferenza del quotidiano che attraversano per lungo tempo. Davide è sempre con noi, non ci ha mai lasciato e ci accompagna sempre per darci anche la forza di combattere accanto ai bimbi nuovi che entrano in questo percorso triste, ma da cui si può uscire”.

davide è tra noi (3)Come ci spiega Luisa Foletti, la Ludoteva dell’Ail, messa oggi a disposizione per l’onorevole iniziativa dell’Associazione “Davide è tra noi”, nasce nel 1997 con i finanziamenti comunali. “Noi siamo un’equipe psico-pedagogica – continua – e siamo qui ad espletare un servizio di assistenza costante e quotidiana ai piccoli degenti (0-18 anni) che sono ospiti obbligati della nostra divisione”.

Il progetto della Ludoteca prevede un servizio a 360° nei confronti del paziente, in sinergia con l’equipe medico-infermieristica che porta avanti le cure.

“Noi siamo qui tutta la giornata – ci continua a spiegare Luisa Folettidal lunedì al venerdì. Inoltre, strutturiamo un’assistenza mirata per affrontare quello che è uno shock di una diagnosi ematologica”.

Assistenza fatta anche di gioco, divertimento, sport: questo è il messaggio lanciato stamane dagli Ospedali Riuniti; non per niente, come suddetto, da anni si organizzano tornei sportivi e di go kart dedicati alla memoria di Davide.

davide è tra noi (9)Tornei dal vivo, ma anche online, come ci comunica Giovanni Puntorieri, responsabile del TeamCronoFactorLive: “Dal 2013 organizziamo dei campionati online che riguardano le crono scalate. Siamo partiti in 14, e oggi siamo arrivati a 70 presenze. Tramite un server da cui ci colleghiamo tutti insieme, ognuno corre da casa sua”.

Oggi anche Giovanni Puntorieri, dunque, dà il suo contributo per l’evento organizzato in favore dei bambini del reparto di Oncoematologia dei Riuniti. Un augurio speciale di Pasqua, ricordando un bambino speciale ed in favore di altrettanti piccoli pazienti speciali.