Aeroporto dello Stretto, l’associazione “Tre Quartieri”: “non si può far morire lo scalo”

aeroporto-dello-stretto“L’associazione culturale “Tre Quartieri”, considerato il poco attaccamento, dei nostri politici, verso  la città di Reggio Calabria e in particolar modo sull’aeroporto dello stretto, con la presente biasima tale atteggiamento e ricorda che,  con la partenza della Città Metropolitana, di cui Reggio Calabria è parte integrante, non si può lasciare morire l’aeroporto dello stretto. Forse si è dimenticati che lo scalo reggino è tra i 38 scali di interesse nazionale. Ricordiamo al presidente della Giunta e ai Sigg.ri  politici regionali locali, che uno dei passi per rilanciare l’economia calabrese è il potenziamento delle infrastrutture, aeroporti, ferrovie, porti e autostrade”, scrive in una nota il presidente Oreste Pennestrì. “Ben venga-prosegue- l’istituzione dei servizi di pullman tra la provincia reggina e la città di Lamezia Terme, ma facendo questo non bisogna svendere il “Tito Minniti” accentuando il traffico aereo sullo scalo Lamentino. L’Associazione “Tre Quartieri” – aggiunge- insiemi a tutti i cittadini calabresi, auspicano  di veder risolti questi problemi per il rilancio dell’economia calabrese. Ogni ente istituzionale, camera di commercio compresa, che è parte integrante dell’aeroporto dello stretto, si prendano le responsabilità sul possibile ridimensionamento dello scalo reggino”, conclude.