Aeroporto dello Stretto: la FILT-CGIL chiama, risponde la Provincia Regionale di Messina

Caos totale all’aeroporto dello Stretto: la Filt-Cgil pretende risposte

aeroporto-dello-stretto“Abbiamo fatto richiesta di un incontro con tutti i Soci della Sogas Spa, nessuno ha risposto escluso la Provincia Regionale di Messina. La prima domanda che poniamo è: come mai alla nostra prima richiesta la Provincia Regionale di Messina afferma testualmente “…è apprezzabile l’iniziativa responsabilmente intrapresa da codesta Federazione sindacale, di avviare un confronto tra i Soci proprietari della Sogas e le OO.SS. territoriali al fine di individuare e condividere strategie mirate a salvaguardare lo scalo aeroportuale reggino”? E’ possibile che l’iniziativa intrapresa dalla FILT-CGIL non poteva essere più opportunamente messa in campo dall’Ente Provincia di Reggio Calabria essendo oltre che una Istituzione anche il Socio di maggioranza? Non solo quindi la Provincia Regionale di Messina si dichiara disponibile a sedersi attorno a un tavolo grazie all’iniziativa della Filt-CGIL ma “…conferma anche la più ampia disponibilità ad incontri con le OO.SS. qualora indetti dalla maggioranza societaria”, scrive in una nota le segreterie della Filt-Cgil della Calabria e di Reggio. “Non è almeno strana la circostanza che il Socio di Messina - prosegue la nota- dichiari ad una O.S. “l’ampia disponibilità” che presuppone anche evidentemente che non vi sia stato un analogo intervento da parte del Socio maggioritario (Provincia di Reggio Calabria) almeno negli ultimi tre anni? Ancora una volta si evidenzia l’incapacità, l’inconsistenza istituzionale e societaria di un Socio maggioritario solo nell’arroganza e nell’abilità di perdere le occasioni di sviluppo per l’Aeroporto dello Stretto; infatti senza la città e la provincia di Messina l’Aeroporto dello Stretto non può raggiungere una vera e propria stabilità in termini di rilancio e, quindi, di aumento del numero di passeggeri. A questo punto vista l’inerzia del Socio di maggioranza chiederemo alle forze sociali, produttive, istituzionali della Provincia Regionale di Messina di avviare un confronto pubblico per una rinnovata presenza delle istituzioni siciliane all’interno della compagine societaria dell’Aeroporto dello Stretto”, conclude nota.