A Reggio parte il casting per il nuovo film di Demetrio Casile: ecco come partecipare

Il casting partirà sabato 19 marzo, alle 10:30, al Cinema Lumiere

casileUn film che sarà interamente girato in Calabria dal titolo emblematico ed evocativo: “Il matrimonio più sconvolgente della storia”. Il regista, Demetrio Casile, è reggino di origine e bolognese di adozione, ma è proprio uno di quegli uomini che si possono definire, a pieno titolo, cittadini del mondo. E’ regista e sceneggiatore cinematografico e ha lavorato accanto a registi come Comencini, Squitieri, Bolognini, Tessari, Michelangelo Antonioni, Wim Wenders. Ma non solo. E’ anche scrittore, attore, pittore e scultore. Casile, inoltre, insegna anche Pittura ed Educazione Visiva all’Istituto Belle Arti di Bologna e all’Università Primo Levi della città emiliana; oltre ad essere direttore artistico del Calabria Film festival e del Premio Internazionale di scultura “Sandoni” è anche tra gli artefici del Cineshow, Salone Internazionale del Cinema di Torino.

E con  un curriculum simile non poteva non aver ricevuto numerosi premi e riconoscimenti per i suoi numerosi lavori: nel 1986 ha vinto il Premio Solinas per la migliore sceneggiatura inedita con “Un ragazzo di Calabria”, film diretto da Luigi Comencini vincitore del Leone D’Oro a Venezia, e interpretato da Gian Maria Volontè, Diego Abatantuono, Giada Desideri, Therese Liotard; nel 1992 ha redatto invece la sceneggiatura della pellicola “Eroe per caso”, interpretato da un brillante Dustin Hoffman e da Geena Davis; nel 1993 esce il suo primo romanzo dal titolo “Attorno all’albero la stupidità” edito dalla casa Editrice Lo Scarabeo; nel 1997 ha scritto e diretto il film “Tra Scilla e Cariddi” uscito nel 1998, prodotto da Fulvio Lucisano e distribuito dalla Italian International Film. Nel 2003, la sua sceneggiatura è stata selezionata a Hollywood per il film “Il faraone delle sabbie”, tratto dall’omonimo romanzo di Valerio Massimo Manfredi. E con quest’ultimo, nel 2004, ha sceneggiato le ”Memorie di Adriano” della Yourcenar. Nel 2011 ha pubblicato il secondo romanzo “La rivincita del numero cinque”.

Casile, che nella vita oltre a insegnare è anche soccorritore volontario del 118 con la Pubblica assistenza Città di Bologna, ha ora deciso di girare un film nella sua Reggio Calabria e in provincia. Ecco come il regista parla e descrive brevemente la sua opera: “La valenza sociale della storia tende a mettere in evidenza il nuovo pensiero della gioventù attuale che sostituisce con la cultura ed il sapere la violenza la sopraffazione e l’autoritarismo. Il film è ironico, divertente a tratti surreale. Racconta in chiave comica il matrimonio della figlia di un boss locale (che nessuno corteggia per paura) con un ragazzo del luogo. Una serie di esilaranti situazioni porteranno il ragazzo (costretto a sposarla) ad amarla veramente con tanta dolcezza e passione. Il giovane, dopo il matrimonio,, prenderà il posto del boss e trasformerà il precedente modo di vivere autoritario e violento in un sistema di benevolenza e giustizia tra la comunità”. Un film che Casile ha deciso di finanziare con una formula particolare, il CROWDFUNDING, che permette a chiunque di poter partecipare e sostenere economicamente le riprese. Il Crowdfunding è già molto utilizzato negli Stati Uniti, ma non solo, e in questo caso permette di acquistare quote che partono da 10 euro. Comparse e attori, poi, dopo un’accurato casting, verranno scelti selezionandoli proprio dalla lista dei co-produttori che hanno partecipato alla raccolta fondi. La cifra da raggiungere per poter iniziare con le riprese, spiega Casile anche sul suo profilo Facebook, è di 100mila euro, e a quanto pare manca davvero poco al raggiungimento, dato che l’iniziativa ha avuto un grande successo e hanno già aderito oltre mille soci. In seguito, tutti i guadagni ricavati verranno distribuiti in percentuale, in base alla quota iniziale, a tutti gli investitori.

I casting prenderanno il via il prossimo 19 marzo, alle 10:30 presso il Cinema “Lumiere” di Reggio Calabria. Diversi i personaggi ancora “senza un interprete”. Per informazioni è possibile rivolgersi a Valentina Lelli, al numero 366.3533653, o in alternativa a Pasquale Casile – 324.8829514, o ancora a Nicoletta Marra – 345.385366.