A Reggio il racconto fotografico sui Pagliacci Clandestini dalla formazione all’attività in reparto

Attività in repartoIn occasione dei sei anni di attività dell’Associazione Pagliacci Clandestini di Reggio Calabria domani 15 marzo c.a. alle ore 11:30 presso l’androne del reparto di pediatria (sesto piano) degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria verrà inaugurata la mostra fotografica “Il valore di un sorriso”. Il racconto fotografico realizzato dalla fotografa Silvana Pizzuto ripercorre tutti i passi, dalla formazione sino all’attività in reparto, del gruppo Pagliacci Clandestini. I Pagliacci Clandestini svolgono da sei anni la loro attività volontaria e totalmente gratuita, con cadenza settimanale (4 volte la settimana) e per tutto l’anno, presso il reparto di pediatria e i reparti di ematologia e trapianti degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria. Il progetto fotografico “Il valore di un sorriso” è frutto di una ricerca teorica e di una parallela esperienza personale fotografica sulla clownterapia, con l’idea di creare un reportage che descrivesse il lavoro che svolgono i Pagliacci ClanDestini nel reparto di pediatria degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria, e la successiva risposta alla loro presenza riscontrato nei volti sorridenti dei pazienti. Come riporta il titolo, la mia idea nasce con l’intenzione di mostrare tramite le mie immagini l’importanza che assume questa terapia d’aiuto alternativa tuttora poco conosciuta. Attraverso questo lavoro ho semplicemente cercato di contribuire alla crescita dell’interesse verso le funzioni terapeutiche ed educative del sorriso e di ribadire l’importanza di aiutare sia bambini ricoverati nei reparti pediatrici sia tutti i pazienti e le persone che si trovano ad affrontare momenti drammatici donando loro un piccolo spazio di spensieratezza con un naso rosso. La clownterapia è il termine con cui viene definita una terapia d’aiuto alternativa che applica un insieme di tecniche derivate dal circo e dal teatro di strada in contesti di disagio sociale o fisico: ospedali, case di riposo, case famiglia o carceri. Questa terapia si avvale della figura caratteristica del clown dottore, un volontario a metà strada tra l’ambito sanitario e quello artistico che, attraverso le arti della clowneria si occupa di cambiare le emozioni negative delle persone che si trovano in difficoltà. La clownterapia è considerata una terapia efficace per migliorare lo stato psicologico dei pazienti e dei propri familiari, aiutandoli ad affrontare con spirito positivo le cure mediche e la degenza, contribuendo a distendere il rapporto con il personale medico. La mostra fotografica potrà essere visitata liberamente sino al giorno 22 marzo. Alla cerimonia parteciperanno il Direttore Generale Dott. Frank A. Benedetto e il Primario di Pediatria Dott. Costantino Giuseppe, il presidente dei Pagliacci Clandestini Santo Nicito.