A Messina si è svolto il convegno provinciale di CittadinanzAttiva

I lavori sono stati aperti dalla proiezione di  un video dedicato al ricordo dell’avv. Salvatore Vernaci, figura di spicco dell’ultimo decennio di CittadinanzAttiva dell’area metropolitana di Messina

CITTADINANZATTIVA ME DA SIN. GAUDIOSO, PRACANICA E GRECOA Messina il convegno provinciale di CittadinanzAttiva si è svolto nel salone delle conferenze delll’Istituto Alberghiero “Antonello da Messina”, sul tema “Sicilia. Stato di diritto cercasi. Disperatamente”, presente il Segretario nazionale Antonio Gaudioso e il Segretario regionale Giuseppe Greco,  in previsione dei Congressi regionale e nazionale.  I lavori sono stati aperti dalla proiezione di  un video dedicato al ricordo dell’avv. Salvatore Vernaci, figura di spicco dell’ultimo decennio di CittadinanzAttiva dell’area metropolitana di Messina. Il Presidente di CittadinanzAttiva Sicilia Giuseppe Pracanica moderatore del convegno, ha ricordato con un minuto di raccoglimento e una preghiera, le figure  dell’avv. Vernaci e  del preside Giuseppe Paone recentemente scomparsi. Su proposta delle dodici assemblea territoriali dell’area metropolitana  l’Assemblea provinciale di Messina è stata intitolata all’avv. Vernaci. Pracanica ad inizio lavori ha dichiarato: “CittadinanzAttiva non è più malato-centrica, ma aperta al territorio e attenta ai diritti dei cittadini, il buonismo non serve, dobbiamo imparare a parlare a muso duro con la politica sorda e inadempiente”.  Nel primo intervento  Giovanni Frazzica, ha ricordato il pensiero del compianto prof. Mario Centorrino, il quale vedeva nel porto di Augusta la porta dell’Europa con il ponte sullo Stretto e il potenziamento di strade e ferrovie per raggiungere, con facilità il cuore economico dell’Europa. Angela Rizzo responsabile del Tribunale del Malato si è rivolta al segretario regionale  chiedendo,  con forza un maggiore dialogo con i vertici sanitari regionali, per evitare che si facciano economie sulla pelle dei malati e che i cittadini rinuncino alle cure per problemi economici. Franco Scicolone dell’assemblea di Milazzo,ha proposto al segretario nazionale la formazione del personale volontario di CittadinanzAttiva, per una maggiore operatività sul territorio. Mario Trupiano responsabile della Scuola si è soffermato sull’abbandono scolastico, confermando un maggiore impegno in attività sinergiche con i Comuni e il Provveditorato per contenere la piaga. Antonio Francesco Bonavita dell’Assemblea di Barcellona, ha chiesto al segretario regionale, di attivarsi per promuovere la creazione del registro dei tumori dell’area metropolitana e la soppressione del Cas Consorzio delle Autostrade Siciliane, con il passaggio all’Anas della fatiscente rete autostradale isolana e la conseguente soppressione del pedaggio autostradale. Concetto Trifilò dell’area tirrenica,  ha evidenziato l’importanza della giusta valorizzazione del patrimonio culturale, storico ed ambientale, perennemente trascurato.

Il convegno si è concluso CITTADINANZATTIVA ME 16.03.2016con un breve dibattito e gli interventi dei segretari Greco e Gaudioso. Greco ha risposto in maniera esaustiva a quanti lo hanno stimolato al confronto. Gaudioso ha concluso con l’impegno a sostenere le istanze provenienti dalla Sicilia, una regione attiva, partecipe e ben strutturata sul territorio, a tutti devo fare i complimenti per il modo di operare a cominciare dallo scomparso Vernaci e per finire al Consigliere nazionale e caro amico Andrea Cucinotta assente per motivi di salute. Sono certo che la Sicilia porterà un contributo fattivo al prossimo congresso nazionale, che si svolgerà dal 26 a 29 maggio, a Fiuggi si parlerà di ineguaglianze, corruzione e sprechi. In conclusione ha suggerito la valorizzazione delle strutture demaniali dismesse, la Sicilia visti i precedenti, può diventare Regione pilota e trainante.  In sintesi il convegno è servito non solo per denunziare le gravi inadempienze del Governo regionale, dal mancato recepimento delle norme per la concessione dei benefici agli invalidi civili e di tutte le leggi in materia ambientale, ma anche per chiedere efficaci interventi al fine di  giungere ad una effettiva inversione di tendenza che si può sintetizzare così: lavoro per i giovani.