A Messina il convegno “alimentazione vegetariana e salute”

I temi analizzati sono estremamente attuali e trattano i diversi aspetti legati a una simile scelta alimentare. L’obiettivo dell’incontro è quello di esplorare i vantaggi e le criticità di un’alimentazione vegetale alla luce delle attuali conoscenze scientifiche, senza sottovalutare gli aspetti pratici e logistici della vita quotidiana

ECMIl prossimo sabato 2 aprile, dalle ore 8.30 alle ore 18.00, nell’aula magna della Torre Biologica del Policlinico “G. Martino” di Messina, si terrà il convegno ecm  “Alimentazione vegetariana e salute”. I temi analizzati sono estremamente attuali e trattano i diversi aspetti legati a una simile scelta alimentare. L’obiettivo dell’incontro è quello di esplorare i vantaggi e le criticità di un’alimentazione vegetale alla luce delle attuali conoscenze scientifiche, senza sottovalutare gli aspetti pratici e logistici della vita quotidiana. La pianificazione alimentare, l’eventuale integrazione, i vantaggi per la salute, l’offerta alimentare e la ristorazione collettiva saranno materia di approfondimento. A parlarne: il dottor Gianluca Rizzo; il professore Gioacchino Calapai; la dottoressa Luciana Baroni; la dottoressa Valentina Ronsisvalle; la dottoressa Maria Rita Ursina; lo chef Claudio Monterosso. Sono molteplici le ragioni che portano a tale scelta: qualcuno l’adotta per motivi salutistici, qualcun altro per ragioni etiche, altri ancora con un occhio di riguardo nei confronti dell’ambiente. Il dato rappresentativo è che la popolazione di vegetariani e vegani è in forte crescita. L’Italia è, infatti, tra i paesi europei con la più alta percentuale di ovo-latto-vegetariani (6,5%) e di vegani (0,6%). Il nostro stile alimentare può influire non soltanto sulla salute. Il determinante etico, che intende eliminare lo sfruttamento animale, ha indirettamente delle ripercussioni sulle questioni ambientali (depauperamento di risorse e materie prime) e sulle condizioni delle popolazioni povere dei paesi in via di sviluppo. Queste ultime, a loro volta, vittime di sfruttamento proprio a causa dell’eccessiva richiesta alimentare dei paesi industrializzati, in particolare della sempre maggiore domanda di cibi carnei, che supera le reali esigenze nutrizionali. Anche negli sport, sono numerosi gli agonisti che decidono di utilizzare alimenti esclusivamente vegetali, ottenendo vantaggi dall’alto contenuto di sostanze antiossidanti che essi contengono. Sul fronte salutistico, invece, la scelta vegetariana si è dimostrata utile nel supporto coadiuvante in varie patologie e nella prevenzione. Diversi organi internazionali si sono più volte espressi nel definire sicuri tali stili alimentari in tutte le fasi della vita; tuttavia è necessario porre particolare attenzione ad alcuni aspetti per evitare potenziali carenze e trarne tutti i possibili benefici.

PROGRAMMA

ORE 9:15 VITAMINA B12 E OMEGA-3: ELEMENTI ESSENZIALI NELLA DIETA – Dott. Gianluca Rizzo

ORE 10:00 Collegamento Streaming IL PIATTOVEG: UNA GUIDA ALIMENTARE AGGIORNATA PER VEGANI  E LATTO-OVO-VEGETARIANI – Dott.ssa Luciana Baroni

ORE 11:00 ALIMENTAZIONE VEGETARIANA NELLA RISTORAZIONE COLLETTIVA – Dott.ssa Valentina Ronsisvalle

ORE 11:45 STILI DI VITA: IL TERRITORIO E LA SENSIBILIZZAZIONE ATTRAVERSO LA CUCINA VEG – Claudio Monterosso

ORE 12:15 SPORT E ALIMENTAZIONE VEGETARIANA – Dott. Gianluca Rizzo

ORE 13:00 Light Lunch

ORE 14:00 TERAPIA E PREVENZIONE CON LE SOSTANZE VEGETALI – Prof. Gioacchino Calapai

ORE 14:45 Collegamento Streaming ALIMENTAZIONE VEGETARIANA IN ETA’ PEDIATRICA – Dott.ssa Luciana Baroni

ORE 15:30 NUTRIZIONE PLANT-BASED NELLA PREVENZIONE DELLE PATOLOGIE NEOPLASTICHE – Dott.ssa Maria Rita Ursino