20 le scuole calabresi che hanno partecipato alla campagna “nontiscordardimé-operazione scuole pulite”

Legambiente (2)La storica campagna di Legambiente “Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite” ha raggiunto, quest’anno, l’adesione di ben 20 scuole calabresi. Nelle giornate dell’11 e del 12 marzo, bambini, genitori, insegnanti e volontari dei Circoli locali si sono armati di pale, rastrelli e pennelli per ripulire gli ambienti scolastici: pulizia delle aule, piantumazioni di piante e fiori nei cortili, ritinteggiature degli spazi comuni, murales e tutto ciò che serve per rendere le aule un luogo accogliente, allegro e vivace. Si tratta di una mobilitazione civica che nasce per stimolare la cura e l’attenzione verso le scuole da parte di tutta la comunità locale, azioni che rendono questa esperienza un momento di educazione alla cittadinanza attiva stimolante per i ragazzi ed utile per fare presente alle amministrazioni competenti, eventuali carenze e necessità di intervento negli edifici. Tra le scuole aderenti: i tre plessi della scuola primaria “S. Maria” di Amantea (Cs), i due plessi dell’Istituto comprensivo “Amendolara” (Cs); la scuola primaria “Amendolara” Marina (Cs); la scuola dell’infanzia dell’istituto comprensivo di Borgia “G. Sabatini” (Cz); la scuola secondaria di primo grado “G. Sabatini” (Cz); l’Istituto d’istruzione superiore “Itg Castrovillari” (Cs); la scuola primaria dell’Istituto comprensivo Catanzaro Est (Cz); l’Istituto superiore per geometri “Petrucci”(Cz); la scuola primaria di Fuscaldo marina (Cs); la scuola secondaria di primo grado dell’istituto comprensivo di Girifalco (Cz); l’Istituto comprensivo di Montebello Ionico (Rc); la scuola secondaria di secondo grado “A. Panella” (Rc); la scuola primaria di Roseto Capo Spulico Centro (Cs); la scuola secondaria di secondo grado di Rossano (Cs); la scuola secondaria di secondo grado di Petilia Policastro (Kr); la scuola primaria “Pascoli” e la scuola primaria “Michele Bello” di Siderno (Rc).   Molte delle scuole coinvolte, parteciperanno anche alle altre iniziative di Legambiente come “Orti in festa”, “La Festa dell’Albero” e “Classi per l’Ambiente” per sviluppare i diversi temi del percorso: alimentazione e orti, mobilità sostenibile, rifiuti e seconda vita dei materiali. La collaborazione avviata tra l’Ufficio Scolastico regionale e Legambiente Calabria getta le basi per una promozione capillare delle tematiche ambientali tra i cittadini di domani. L’intesa, mira a “diffondere comportamenti responsabili e attivi a tutela del patrimonio ambientale, finalizzati allo sviluppo sostenibile, rendendoli compiti primari della Scuola e dell’Amministrazione scolastica, in quanto essenziali per la formazione”. L’Usr Calabria, inoltre, incentiva e promuovere la raccolta differenziata dei rifiuti nelle scuole.