Vibo Valentia: adescavano anziani per rapinarli, due arresti

La coppia adescava anziani con una certa disponibilità economica: all’adescamento faceva seguito l’aggressione

CarabinieriI Carabinieri del comando provinciale di Vibo Valentia, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un uomo e una donna di nazionalità romena, di 36 e 35 anni, responsabili di omicidio e rapina. La coppia, secondo quanto emerso dalle indagini, adescava persone anziane con una certa disponibilità economica, attirandole in luoghi isolati con il pretesto di un rapporto sessuale: all’adescamento faceva seguito l’aggressione. Nell’agosto 2015 i due hanno rapinato un 79enne vibonese, il quale, rimasto tramortito, venne poi gettato in mare a Pizzo, per simulare un annegamento: il corpo senza vita fu rinvenuto solo alcuni giorni dopo.

I due arresti sono stati eseguiti dai carabinieri del Comando provinciale di Vibo Valentia (sezione di Polizia giudiziaria della Procura e Compagnie di Vibo Valentia e Tropea), unitamente a personale del Reparto aeronavale della Guardia di finanza e della Capitaneria di porto, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip su richiesta della Procura della Repubblica. I particolari dell’arresto, avvenuto ieri sera, saranno resi noti questa mattina durante la conferenza stampa in programma alle 10 presso la procura di Vibo Valentia, tenuta dal procuratore capo, Mario Spagnuolo.