Vento fortissimo e danni a Messina, il gruppo Dr chiede “un immediato intervento” [FOTO]

A Messina si e’ sfiorata la tragedia sulla strada Panoramica all’altezza del civico 1416 Complesso residenziale Linea Verde, dove intorno le 11.00 un palo della pubblica illuminazione si e’ letteralmente schiantato al suolo

1panoramica dello stretto (800x729) (640x583)Quest’oggi dopo l’ennesima “sciroccata ” a Messina si e’ sfiorata la tragedia in particolare sulla strada Panoramica dello stretto all’ altezza del civico 1416 Complesso residenziale Linea Verde, dove intorno le 11.00 un palo della pubblica illuminazione si e’ letteralmente schiantato al suolo, per il forte vento, nuocendo terrore ed incredulità tra i pedoni e gli automobilisti. A tal riguardo il gruppo DR attivo sul territorio della V Circoscrizione nelle figure di Nino Interdonato Vicepresidente Vicario del Consiglio Comunale del Comune di Messina, Franco Laimo Vicepresidente della V Circoscrizione ed Orazio Polimeni Responsabile Circolo DR V Circoscrizione, chiede “di sollecitare nel più breve tempo possibile una sostanziale ed efficiente verifica strutturale e di stabilita’ di tutti i pali di pubblica illuminazione; già negli scorsi mesi altre analoghe situazioni si sono verificate costantemente a danno dei cittadini, sfiorando sempre la tragedia, ma non ci si potrà affidare sempre al caso e pertanto occorre passare a fatti concreti.
Lo scirocco ha creato anche altri problemi: rami o addirittura alberi schiantatisi al suolo e cartelloni pubblicitari divelti e portati via come carta pesta. Purtroppo nonostante lo screening effettuato dal dipartimento Ambiente, troppi alberi sono ancora abbandonati a se stessi, come i pini del Viale Regina Elena e di tutta la Circonvallazione, che ancora attendono un’adeguata potatura, così come gli alberi del Viale della Libertà, Paradiso, Giostra, salita Portella Castanea. A tal riguardo dunque Interdonato, Laimo e Polimeni chiedono ”un immediato ed improcrastinabile intervento sul territorio per la salvaguardia della pubblica incolumità”.