Regione Calabria, Cannizzaro e Salerno: “il consiglio è rimasto bloccato a causa delle interrogazioni”

germaneto cittadella regione calabria“Non è concepibile che, per diverse ore, il Consiglio regionale sia rimasto fermo alle interrogazioni che hanno paralizzando i lavori tra l’altro su questioni e tematiche che molto tempo prima avrebbero meritato una risposta da parte del governo regionale”. E’ quanto affermano i consiglieri regionali Francesco Cannizzaro (Cdl) e Nazzareno Salerno (FI), in relazione alla seduta dell’Assemblea legislativa regionale. “Nel silenzio e nel deserto dei banchi, considerata l’assenza da parte di tanti colleghi, si è  trascinata, ed appena conclusa, una lenta agonia- aggiungono i consiglieri- E se non è stato certamente stimolante essere parte di una così residua rappresentanza che ha seguito i lavori, ancor di più questa considerazione vale per i calabresi che sono gli interlocutori fondamentali dell’azione politico-istituzionale e che attendono risposte serie ed immediate e non possono certo accontentarsi di discussioni sterili che lasciano il tempo che trovano. In questo contesto, non può non passare inosservato l’abbandono dei lavori da parte del collega Giovanni Nucera cui evidentemente non sono piaciute le scelte scaturite dall’elezione della Commissione Riforme. Si tratta dell’ennesimo ‘strappo’ all’interno di una maggioranza che evidentemente solo di facciata mantiene una sua immagine quando invece, anche nei momenti topici di responsabilità istituzionale, come avvenuto oggi, i contrasti diventano palesi”.