Reggio, scuola di evangelizzazione e settimana Eucaristica nella comunità di Riparo

missione EucaristicaL’esperienza della “scuola di evangelizzazione”, promossa in parrocchia, quasi “propedeutica” alla settimana Eucaristica, avvia nella nostra comunità un percorso nuovo, “una sfida” per tutti noi, una “prova” della nostra “maturità di fede e di cristiani”. La formazione, curata da Don Alberto Pacini, da Don Domenico Biasi e da Suor Candida ci hanno aiutato a riscoprire i tesori della preghiera alla presenza di Gesù nell’Eucarestia; l’incontro con i bambini ed il loro genitori, la preghiera personale e comunitaria, l’adorazione Eucaristica giorno e notte hanno concluso la scuola per dare spazio alla settimana di missione. Settimana, caratterizzata oltre che dalla messa quotidiana, alla quale ha partecipato il Diacono Don Marcello.Maragucci, dall’Adorazione quotidiana, dalle 9 alle 20,00, che ci ha permesso di dedicare un’ora del nostro tempo al silenzioso e personale incontro con Gesù, dalle testimonianze dei missionari laici, che con umiltà, ma con la gioia di chi veramente incontra Gesù, hanno incontrato tutti i gruppi della parrocchia, hanno visitato le famiglie, hanno pregato con noi. Prima della conclusione della settimana Missionaria Eucaristica con la processione Eucaristica dalla chiesa di San Nicola di Cannavò a quella di Santa Maria della Neve di Riparo, si è svolta nella chiesa di San Nicola di Bari, la seconda adorazione notturna, che ha visto impegnati molti laici, nel silenzio della notte, a lodare, ringraziare e pregare Gesù. Al di là delle varie iniziative svolte, abbastanza partecipate, è evidente che il fine è quello di promuovere l’Adorazione Eucaristica perpetua; sono state consegnate oltre un migliaio di schede di adesione, in corso di restituzione; i primi dati fanno sperare in una imminente concretizzazione dell’iniziativa, intanto già dalla prossima settimana, viene confermata l’ Adorazione continua giornaliera dalle ore 8.00 alle ore 20,00 tutti i giorni nella chiesa di San Nicola. In questo tempo particolare, condizionati dalle mode del momento, dalla messa a rischio dei nostri più grandi valori: la famiglia, le relazioni personali, la corsa affannosa alla ricerca “del nulla”, ritornare a Gesù, è l’alternativa seria, vera e reale, metterlo al primo posto nella nostra vita, significa anche sconfiggere l’egoismo e l’individualismo, perché Lui è il vero Amore. San Giovanni XXIII diceva che la parrocchia è “come la fontana del villaggio”, dove ognuno può dissetarsi e trovare ristoro, l’auspicio è che molto presto la comunità di Trecampaniliunsolocuore, trovi ristoro, pace e speranza nell’unica fonte di salvezza: Gesù, la sua Parola e la sua Presenza costante, per essere sempre al servizio dei fratelli in spirito di comunione e di amore.

Angela Branca