Reggio, San Valentino con “Le Muse”

Le MuseL’Associazione culturale “Le Muse – Laboratorio delle Arti e delle Lettere”, domenica 14 febbraio alle ore 18 presso la sede di via San Giuseppe 19 ha organizzato la manifestazione “In Fondo al cuore…” evento collegato alla festa di San Valentino con un programma diverso, ricco di testimonianze, di poesia, di esperienze che animeranno un salotto con voci e volti della Calabria di oggi. Una serata molto particolare annuncia Giuseppe Livoti – presidente Muse-, poiché proprio in occasione di una giornata che identifica l’Amore,  si è pensato di raccontarlo in diversi ambiti e contesti, proprio per fare e dare testimonianza ad una emozione che non ha tempo. L’Amore come ampia varietà di sentimenti, scambio emotivo, affettivo tra bisogno psicologico ed elemento facilitatore delle relazioni interpersonali. Vicinanza, fedeltà e preoccupazione le Tre dinamiche di questa – virtu’ umana – per eccellenza. Punto di partenza del dibattito sarà l’opera prima della scrittrice e poetessa reggina Clara Condello che con la stesura di “In fondo al cuore”, ha descritto in rime sciolte, la sua esperienza di vita, di donna e madre che vive inquitudini, passioni e necessità, un testo, raccontato dal critico letterario Teresa Polimeni Cordova – vice presidente Muse; ed ancora un volto televisivo famoso, Mimma Laruffa già protagonista di Uomini e Donne di Maria De Filippi converserà sul suo ruolo di medico nella vita e di personaggio televisivo diviso tra popolarità e famiglia; la dott.ssa Anna Maria Branca presidente della “Cooperativa Sociale Focolare” che promuove assitenza ed ospitalità ad utenti minori si soffermerà sull’amore come forma di aiuto e di altruismo verso i piu’ indifesi in una nuova concezione di casa-famiglia, mentre la psicologa Antonella Giglietto incentrerà il suo intervento sulle fasi di innamoramento nei diversi periodi di maturazione ed in particolare su i periodi della vita, dall’adolescenza alla maturità.   Un evento così che coinvolgerà i protagonisti, che faranno scoprire così al pubblico proprio per la varietà di interventi, l’amore di sé, l’amore incodizionato, l’amore filiale e fraterno, l’amicizia, l’amore platonico, l’amore per la natura, l’amore universale.