Reggio, maxi controlli nella locride: denunce

CarabinieriNel corso dell’ultimo fine settimana sono continuate le attività di controllo del territorio svolte dai Carabinieri della Locride, attraverso le Compagnie di Locri, Bianco e Roccella Jonica, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri di Vibo Valentia, nell’ambito del piano nazionale e transnazionale di contrasto alla criminalità denominato “focus ‘ndrangheta” e della pianificazione coordinata dei servizi realizzata sulla scorta delle politiche di controllo del territorio implementate sotto la direzione generale del Prefetto di Reggio Calabria, dottor Claudio Sammartino. A tal fine sono stati allestiti numerosi posti di controllo, sia nelle aree rurali che nelle periferie dei principali centri urbani, effettuati rastrellamenti ed eseguite numerose perquisizioni, domiciliari, personali e veicolari (identificate 102 persone a bordo di 64 mezzi).

Durante i serrati controlli svolti, è emerso che:

-        i Carabinieri della Stazione di Stignano hanno denunciato un 29enne del posto per aver realizzato nel proprio deposito un allaccio abusivo alla rete elettrica;

-        i Carabinieri della Stazione di Marina di Gioiosa Jonica hanno denunciato un 39enne di Locri, sorpreso alla guida della sua autovettura in evidente stato di alterazione psicofisica, per essersi rifiutato di sottoporsi al previsto accertamento;

-        i Carabinieri di Ardore Marina hanno denunciato un 20enne del posto, sorpreso alla guida di un’autovettura con targa di nazionalità bulgara, oggetto di furto in ambito “Shengen”;

-        i Carabinieri della Stazione di Siderno hanno denunciato due persone, di cui una di origine russa, sorpresi con del materiale vario asportato poco prima da un negozio sito in un centro commerciale di quel luogo;

-        i Carabinieri di Antonimina hanno denunciato un 51enne del posto per aver violato gli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria;

-        i Carabinieri della Stazione di Locri hanno denunciato un 48enne e un 26enne del posto per gestione di rifiuti non autorizzata, in quanto sorpresi a trasportare del materiale ferroso a bordo di un autocarro senza alcuna autorizzazione;

Inoltre,

-        una persona di Sant’Ilario dello Jonio e due di Stilo sono state segnalate alla Prefettura di Reggio Calabria in quanto trovate in possesso di sostanze stupefacenti per uso personale;

-        i Carabinieri di Caulonia Marina, unitamente ai colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria hanno rinvenuto in un terreno di quel centro, circa 500 cartucce vario calibro per fucile, quasi 4 kg di polvere da sparo, un fucile a canne mozze, numerosissime cartucce per armi corte di vario calibro.