Reggio, Maiolino (FI): “la modifica del regolamento della Polizia Municipale scatenerà una rivoluzione”

palazzo san giorgio“Sembrerebbe quasi un’idiozia perseverare nella rimodulazione regolamentare della Polizia Municipale di Reggio Calabria, considerando le palesi incongruenze, dal punto di vista legislativo, che verrebbero apportate qual’ora si procedesse all’iter consiliare di discussione. Il nuovo regolamento graverebbe, in ottica finanziare, sulle casse dell’Ente senza recare alcun beneficio all’Amministrazione né migliorie di alcun tipo per la città. Il nuovo regolamento, noncurante della legislazione nazionale e regionale, perde totalmente di vista l’attuale macrostruttura dell’Ente, approvata con delibera n.125 del 31/07/2015″, afferma in una nota il consigliere comunale di Forza Italia, Antonino Maiolino. “La violazione di molti articoli – prosegue- andrebbe così a provocare la frattura con il Corpo della Polizia Municipale che non gioverebbe certamente al nostro territorio. Senza scendere nel particolare si intaccano le funzioni vicarie del Vice Comandante in caso di vacanza del Comandante, funzione svolgibile solo per assenza o impedimento temporaneo del Comandante; abbandonata, a chiare lettere, la meritocrazia per le fasce di responsabilità degli agenti che si caratterizzerebbero esclusivamente per un discorso anagrafico, improntandole sul parametro dell’anzianità; l’attuazione illogica di una turnazione, di competenza dirigenziale e non regolamentare, che non migliorerebbe i servizi offerti al territorio e andrebbe a gravare economicamente sul Fondo di produttività dell’Ente di tutti i dipendenti comunali. Questo rappresenta -aggiunge- purtroppo, l’ennesima manifestazione di una Giunta distratta che, andrebbe sottoposta ad un’opera di tutoraggio per non cadere ancora nell’errore. Nell’estrema difficoltà di un Ente come quello della Polizia Municipale che, al livello di organico, affannatamente porta avanti il proprio lavoro, sarebbe opportuno non peccare di presunzione ascoltando la voce dei sindacati considerando l’iter consiliare che seguirà; si passerà, infatti, al vaglio critico della commissione e successivamente alla votazione in consiglio ed è qui che la mia attenzione non mancherà nel vigilare affinché il Corpo della Polizia Municipale venga tutelato in ottemperanza delle regole”, conclude.