Reggio, l’appello dell’Anpi: “salviamo la costituzione”

anpi“Non possiamo più attendere. Ne’possiamo solo indignarci. Ma, come diceva il partigiano Pietro Ingrao, “indignarsi non basta”. La nostra bella Carta Costituzionale, nata dall’antifascismo e dalla Resistenza, scritta dall’Assemblea Costituente, eletta dal popolo sovrano attraverso elezioni pienamente democratiche a suffragio universale, viene manipolata-deformata da un Parlamento di “nominati”, eletto attraverso una legge elettorale ignobile (il “Porcellum”), successivamente dichiarata anti-costituzionale dalla Corte Costituzionale. A questa manipolazione-deformazione della Costituzione si aggiunge un’ulteriore ignobile legge elettorale, definita “Italicum”, degna figlia del Porcellum, che stravolge le regole fondamentali della Democrazia”, scrive in una nota Sandro Vitale dell’Anpi. “Contro questa nuova barbarie – prosegue-dobbiamo tutti mobilitarci. Così come sta avvenendo in quasi tutte le città d’Italia, anche a Reggio Calabria dobbiamo costituire il “Comitato per la Democrazia Costituzionale”. Invito tutti coloro che sono interessati alle sorti della Democrazia e della Costituzione a ritrovarsi insieme, lunedì 8 febbraio 2016, ore 17,30, presso la sala-riunioni dell’A.N.P.I. di Reggio Calabria, in via Possidonea 2 (Chiesa Valdese)”, conclude.