Reggio, intimidazione Bentivoglio: la confcommercio al fianco dell’imprenditore antimafia

reggio esplosione (1)“Ci risiamo. Il testimone di giustizia Tiberio Bentivoglio è tornato nel mirino della malavita organizzata. La notte scorsa un incendio ha distrutto il deposito della sanitaria “Sant’Elia”. Per Confcommercio Reggio Calabria l’azione intimidatoria è l’ennesimo atto vile che ha colpito non solo l’imprenditore e l’uomo ma l’intera comunità”. Lo afferma in una nota Confcommercio Reggio Calabria.

“Da anni ormai Tiberio Bentivoglio combatte contro i clan, non si è mai piegato ed ha avuto il coraggio di dire no. Oltre le “solite” parole, oggi più che mai, serve tirare fuori il coraggio e metterlo al fianco dell’imprenditore e della sua famiglia. Per questo anche la Confcommercio reggina questa sera sarà presente in quella che è stata definita ‘scorta civica’, alle 19 davanti ai locali distrutti dall’incendio a Tremulini con istituzioni, associazioni e semplici cittadini. Confcommercio si attiverà in ogni modo affinchè il coraggio di Bentivoglio non sia vano”.

“’Non siamo degli eroi’, è stata l’affermazione del Presidente di Confcommercio Giovanni Santoro solo pochi giorni fa di fronte  all’ennesimo attentato ai danni di imprenditori reggini. Ma per Tiberio Bentivoglio è un’ulteriore dura prova a cui sottoporsi, un  qualcosa in più che resistere coraggiosamente ad un altro attacco della ‘ndrangheta. È un “eroe” dei giorni nostri, un uomo e imprenditore che per non piegarsi alla logica del pizzo tiene testa alla ‘ndrangheta reggina da oltre vent’anni e come tale necessita la vicinanza di tutta la città e di chi vuole continuare a lottare contro un cancro che sta distruggendo Reggio, i cittadini e gli imprenditori onesti”.