Reggio, incontro tra Raffa e lo “scopritore” dei Bronzi di Riace

Mariottini“Instancabile divulgatore della cultura magnogreca, non solo per aver riportato alla luce i Bronzi di Riace, ma anche perché continua instancabilmente a mettere la sua professionalità al servizio della bellezza”. Una dedica che il presidente della Provincia, Giuseppe Raffa, ha vergato sull’opera “Gente di Calabria” per poi regalarla a Stefano Mariottini nel corso di un incontro avvenuto palazzo “Corrado Alvaro”. Il prof. Mariottini, che il 16 agosto del 1972 rinvenne i Bronzi nel mare di Riace, si trova a Reggio perchè impegnato come docente nel corso di “Collaboratore restauratore”, organizzato dal settore Formazione professionale della Provincia, diretto dal Francesco Macheda. All’incontro hanno preso parte i corsisti e gli assessori Pierfrancesco Campisi, Roy Biasi e Gaetano Rao, il consigliere Pierpaolo Zavettieri, il direttore generale Antonino Minicuci, insegnanti e rappresentanti del settore Formazione della Provincia. Nel salutare il gradito ospite, Raffa ha ricordato l’importanza della continua riscoperta delle nostre radici, diventata uno strumento di conoscenza e di valorizzazione di un territorio ricco di giacimenti culturali unici al mondo. Il prof. Mariottini ha accennato all’emozione del momento del ritrovamento dei due reparti e nel ringraziare Raffa per l’accoglienza ricevuta ha accennato all’ impegno per la divulgazione delle nostre radici culturali attraverso la partecipazione a progetti che coinvolgono in particolare le scuole della provincia. Il corso di formazione professionale “Collaboratore restauratore” si articola in 2 annualità (due moduli per un totale di 1600 ore) con esame finale, superato il quale viene rilasciato un attestato di qualifica professionale, che costituisce uno dei titoli (art. 182 c. 1 Codice dei Beni Culturali), per accedere ai bandi pubblici del Ministero dei Beni Culturali per il conseguimento della qualifica di collaboratore restauratore – tecnico restauro. Il corso è stato organizzato, con la formula del partenariato, dalla Provincia e dal Liceo Artistico “Preti – Frangipane”, dando vita ad un esempio concreto di sussidiarietà per l’offerta formativa pubblica (altri esempi di corsi simili si trovano solo nell’ambito privatistico) e rappresenta l’unica esperienza di formazione pubblica nel sud Italia. L’attività formativa si articola in moduli di lezioni in l’aula e in una parte riservata agli stage. Quello relativo alla prima annualità si svolgerà presso il palazzo storico della Provincia che, per l’occasione, diventerà un cantiere aperto per il restauro di 4 tele per un’attività autorizzata dalla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Calabria. La qualità e l’importanza del corso sono rilevabili anche dalla presenza di docenti altamente qualificati: Maria Teresa Iannelli, Claudio Sabbione e Stefano Mariottini e dalla varietà degli insegnamenti nell’ambito del restauro dei beni artistici e del restauro dei manufatti ceramici.