Reggio, ecco come stanno inquinando tutto: cibi a rischio, la denuncia shock de “Le Iene” [VIDEO]

A Casignana, in Calabria, secondo Le Iene “per risparmiare sui costi di smaltimento di una discarica si è preferito sversare il percolato in un fiume”

discarica casignana ieneDisastro ambientale a Casignana in Calabria, dove per risparmiare sui costi di smaltimento di una discarica si è preferito scaricare del percolato all’interno di un fiume“. L’inviato delle Iene, Giulio Golia, ha incontrato Antonio Crinò, l’uomo che sarebbe coinvolto in questo disastro ambientale in provincia di Reggio Calabria, tra Bianco, Samo e San Luca.

Crinò è un ingegnere che per 10 anni ha gestito la discarica di Casignana ed è stato ripreso dalle telecamere dei carabinieri mentre con un tubo scaricava del percolato. “Il percolato – afferma Ferdinando Laghi, medico per l’ambiente ISDE -contiene sostanze tossiche e cancerogene per l’uomo di elevatissima pericolosità”. Il percolato per legge andrebbe smaltito in apposite strutture ma in Calabria si è risparmiato sul costo dello smaltimento creando un disastro ambientale di così grande entità. Il percolato è stato ritrovato a grandi concentrazioni nelle terre circostanti dove si producono vini, formaggi bio e dove sono presenti molti allevamenti. Queste sostanze tossiche vengono assorbite dal terreno, dalla vegetazione e di conseguenza diventano cibo per gli animali che pascolano in quelle zone quindi vi è un inquinamento totale di tutte le catene alimentari. Ecco il servizio: