Reggio, è stata avviata alla Provincia l’attività alternativa scuola–lavoro degli studenti del Liceo Scientifico “L. da Vinci”

RAFFA STUDENTI LICEO VINCI RCE’ stata avviata alla Provincia l’attività alternativa scuola – lavoro degli studenti delle terze classi del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria, interessati alla formazione presso i settori Viabilità e trasporti, Informatica, Istruzione e Ambiente dell’Ente di palazzo “Corrado Alvaro”. Gli studenti, accompagnati dalla dirigente scolastica e dai tutor, questa mattina, hanno incontrato il presidente Giuseppe Raffa il quale ha formalmente avviato l’importane esperienza tesa all’acquisizione di competenze che poi potranno essere utilizzate nel mondo del lavoro. L’incontro è stato l’occasione per uno scambio di vedute sia sulle finalità dell’iniziativa sia su altri temi della vita organizzata: trasporti, edilizia scolastica, mondo del lavoro, funzionamento della pubblica amministrazione, aspettative di quanti si stanno formando per diventare la futura classe dirigente di questa terra. Da più parti è stata sottolineata l’importanza del passaggio dall’attività curriculare all’esperienza auto imprenditoriale. Quella con il Liceo “Leonardo da Vinci” non è la prima opportunità offerta dalla Provincia agli studenti reggini. Analoghe iniziative, tese a trasferite al mondo scolastico le esperienze di settori burocratici che sovrintendono importanti servizi pubblici, in passato sono state al centro dell’attività dell’Amministrazione Raffa. Numerosi i punti di convergenza tra quanti, nel triennio, saranno i protagonisti del percorso formativo e il rappresentante di un’istituzione territoriale. I partecipanti al patto formativo, complessivamente nel triennio, dovranno maturare un’esperienza di 200 ore.