Reggio: “è l’uomo che fa”, presentazione del progetto formativo “le Officine del Lavoro”

2016.02.17-EVENTO-DI-LANCIOÈ nato il primo laboratorio di idee innovative per i giovani calabresi: Le Officine del Lavoro. L’obiettivo di questo progetto è supportare giovani con idee innovative nel processo di trasformazione delle loro intuizioni in prototipi. Officine del Lavoro prevede la realizzazione di un centro formativo – laboratoriale nel quale avviare una serie di attività per lo sviluppo di idee innovative e, da queste, prototipi brevettabili. Il nome richiama il luogo dove, da sempre, viene esercitato un mestiere, l’officina appunto. Un’officina all’interno della quale le persone, con passione e fatica, lavorano per rendere sostenibile il loro progetto. Mercoledì 17 febbraio alle ore 15.00 presso la Sala Conferenze del Palazzo della Provincia si terrà l’evento “È l’uomo che fa”, durante il quale verrà presentato il progetto delle Officine del Lavoro. Lo staff illustrerà gli step del percorso formativo-laboratoriale che verrà proposto ai giovani selezionati attraverso il bando (già disponibile sul sito www.attendiamoci.it) “È l’uomo che fa: la fabbrica delle giovani idee”. Nel corso dell’evento sarà possibile capire il perché del progetto, i beneficiari e gli obiettivi, il percorso di sviluppo nei laboratori, le modalità di partecipazione. Il progetto, promosso dall’associazione Attendiamoci, risultata vincitrice dell’Avviso Pubblico “Giovani per il Sociale” indetto il 30/10/2012 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile, si rivolge a giovani tra i 18 e i 30 anni, con una idea imprenditoriale innovativa, che abbiano i requisiti necessari per partecipare al bando di ammissione all’interno delle Officine e che vogliano quindi seguire un percorso di eccellenza in uno dei cinque ambiti dei quali si compone il progetto. Le Officine del Lavoro sono il luogo perfetto per sviluppare idee in un ambiente creativo ed altamente attrezzato. All’interno di ogni laboratorio, i giovani partecipanti (i “laber”) avranno a disposizione tutti gli strumenti necessari per lo sviluppo della propria idea ed assistenza lungo il percorso. Non solo strumenti pratici, assistenza ed accompagnamento da parte di docenti e tutor specializzati: periodicamente, manager e professionisti offriranno consulenze e terranno seminari ai protagonisti del progetto perché possano acquisire e sviluppare competenze trasversali. Le Officine del Lavoro, ad oggi, comprendono cinque ambiti laboratoriali: Alimentare, per sviluppare, trasformare e valorizzare i frutti della nostra terra; Creatività, per progettare nuovi modelli grafici e lavorare nell’ottica del riutilizzo dei materiali; Design, che coniuga ingegneria, arte e stile per costruire il futuro; Hi-Tech, alla ricerca di nuove soluzioni utilizzando le tecnologie più avanzate; e Lavorazione del legno, per fabbricare nuove strutture e prodotti. La cittadinanza è invitata a partecipare all’evento per conoscere il progetto, che nasce dalla bellezza e dalla necessità di rendere fatto le proprie idee.