Reggio, Albanese: “al via l’intensificazione della manutenzione stradale ordinaria in città”

palazzo san giorgio1“Saranno intensificati a partire dalla prossima settimana i lavori di manutenzione stradale ordinaria che interesseranno tutta la città dal centro della città fino alle periferie. I lavori previsti consistono innanzitutto nel delimitare, con transenne, buche e sprofondamenti sia sulle stradale che sui marciapiedi, quindi sarà eseguito il ripristino delle stesse con sistemazione delle caditoie danneggiate e verrà effettuata la sistemazione di quei tratti di marciapiedi che sono sconnessi e costituiscono pericolo per i cittadini”, ha dichiarato il consigliere delegato alla manutenzione stradale Rocco Albanese. In attesa della conclusione delle gare d’appalto, abbiamo lavorato per reperire le somme necessarie per le emergenze dei giorni passati e una serie di fondi sono stati stanziati e utilizzati per le urgenze - ha spiegato il consigliere delegato – considerata l’esiguità delle somme a disposizione, è ovvio che nell’immediato non si potrà porre rimedio a tutte le criticità presenti sul territorio comunale, ma siamo già al lavoro per non ritrovarci nell’emergenza. È per questo motivo che all’interno del piano triennale sono previsti degli interventi di manutenzione straordinaria con il mutuo della cassa depositi e prestiti per l’anno in corso. Inoltre, a giorni, andrà in gara un mutuo della cassa depositi e prestiti di 180 mila euro per la manutenzione stradale straordinaria che interesserà le vie di maggiore percorrenza”. “Purtroppo il bilancio ingessato non ci ha consentito di poter investire maggiori risorse in questo settore. È bene anche ricordare ai cittadini che quando eseguono lavori di tipo privato sul manto stradale comunale, come allaccio per acqua e fogna, devono ripristinare in base alle norme vigenti. I controlli ci sono e più volte la Polizia Municipale ha elevato sanzioni secondo le normative di legge. Stessa cosa, dicasi anche per le società private (imprese telefoniche, energia elettrica, metano, ecc) che operano sul territorio. Sono state avvisate e richiamate a rispettare le norme in materia di ripristino e di messa in sicurezza del manto una volta eseguiti i lavori. È nostra ferma intenzione – sostiene con forza Albanese – non concedere più permessi alle imprese che non si attengono alle disposizioni dell’Amministrazione”.