Palmi (Rc), venerdì incontro sul tema “Area Metropolitana. Svantaggio o opportunità”

area metropolitana dello stretto isagVenerdì 5 febbraio, alle 16.30, si terrà nella Sala Consiliare di Palazzo San Nicola di Palmi l’incontro sul tema “Area Metropolitana. Svantaggio o opportunità”. Dopo i saluti del primo cittadino Giovanni Barone, il tema sarà introdotto dal Vicesindaco con delega all’area metropolitana Giuseppe Saletta, cui seguirà la relazione del Consigliere Antonio Papalia. Interverranno, poi, i Consiglieri Regionali On.le Giovanni Arruzzolo e On.le Domenico Battaglia. In conclusione toccherà al Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà ed al Presidente della Provincia di Reggio Calabria Giuseppe Raffa tracciare le linee conclusive dell’incontro. Al termine delle relazioni, sono previsti interventi programmati dei Consiglieri Provinciali, dei Sindaci e degli Amministratori locali presenti. “Le ragioni dell’incontro – ha spiegato Giuseppe Saletta – sono molteplici: si tratta, da una parte, di sensibilizzare gli amministratori ed i cittadini ad una maggiore attenzione su un tema che, nell’arco di pochi mesi, inciderà fortemente sulle esigenze quotidiane di ciascuno di noi; d’altro canto sarà un’utile occasione per porre le basi di un dialogo di medio periodo che dovrà vedere la Città di Palmi ancora una volta protagonista. Sentiamo il dovere di recuperare quella leadership politico-culturale che compete alla storia palmese, con la convinzione che tutta la Piana debba riscoprire, ancora una volta, la propria forza, rendendosi territorio indispensabile e rivendicando il proprio ruolo”. Il Consigliere Comunale Antonio Papalia ha posto, invece, l’accento sulla “importanza di un percorso programmatico che deve essere contraddistinto da continui scambi e relazioni tra gli Enti Locali e le Istituzioni sovracomunali. L’esperienza dell’Amministrazione provinciale di Reggio Calabria che volge al termine, lascerà dei messaggi fondamentali anche nelle dinamiche dell’Area Metropolitana. Occorre porre al centro dell’agenda politica questa piccola grande rivoluzione copernicana, cogliendone i lati critici ma anche le opportunità”.