Operazione focus ‘ndrangheta, contrasto alla criminalità: vari controlli del territorio

foto Carabinieri MistrettaNella settimana in corso sono state incrementate le attività di controllo del territorio svolte dai Carabinieri della Locride, attraverso le Compagnie di Locri, Bianco e Roccella Jonica, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri di Vibo Valentia, nell’ambito del piano nazionale e transnazionale di contrasto alla criminalità denominato “focus ‘ndrangheta” e della pianificazione coordinata dei servizi realizzata sulla scorta delle politiche di controllo del territorio implementate sotto la direzione generale del Prefetto di Reggio Calabria, dottor Claudio Sammartino. A tal fine sono stati allestiti numerosi posti di controllo, sia nelle aree rurali che nelle periferie dei principali centri urbani, effettuati rastrellamenti ed eseguite numerose perquisizioni, domiciliari, personali e veicolari (identificate 350 persone a bordo di 134 mezzi).

Durante i serrati controlli svolti, è emerso che:

-     i Carabinieri della Stazione di Platì hanno:

  • tratto in arresto STRANGIO Rocco, 49enne del posto, colto in flagranza di furto aggravato di energia elettrica. Lo stesso avrebbe manomesso il contatore dell’energia elettrica della propria abitazione al fine di eludere i reali consumi;
  • denunciato, nel medesimo contesto, altre 4 persone anch’esse ritenute responsabili di aver manomesso i contatori delle proprie abitazione al fine di evitare il conteggio reale dell’energia elettrica:

-     i Carabinieri della Stazione di Caulonia Marina hanno denunciato un 54enne commerciante del posto, ritenuto responsabile di aver applicato un magnete al contatore dell’energia elettrica del proprio esercizio commerciale al fine di ridurre la registrazione del consumo di corrente;
-     i Carabinieri della Stazione di Bianco hanno denunciato 6 persone per aver apportato modifiche essenziali a locali adibiti a garage, trasformandoli in unità abitative, due di loro anche per aver realizzato delle tettoie nelle pertinenze delle abitazioni, senza essere in possesso di alcuna autorizzazione comunale;
-     i Carabinieri della Stazione di Staiti hanno denunciato due persone del posto per aver realizzato un  immobile su un terreno di loro proprietà, violando i vincoli sismici, ambientali e paesaggistici;
-     i Carabinieri della Stazione di Riace hanno denunciato un 23enne del posto per indebito utilizzo di carta di credito in quanto, a seguito dell’acquisizione delle immagini delle telecamere installate presso l’ufficio postale di Caulonia Marina, lo stesso è stato identificato quel autore di un prelievo di 600 euro mediante un bancomat smarrito;
-     i Carabinieri della Stazione di Careri hanno segnalato alla Prefettura di Reggio Calabria, quale assuntore di stupefacenti, un 30enne del posto, il quale a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di un involucro contenente alcuni grammi di marijuana.

Inoltre, in una zona boschiva di Motticella di Bruzzano Zeffirio, i Carabinieri della locale Stazione, unitamente ai colleghi del Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, hanno rivenuto in un casolare abbandonato due fucili da caccia cal. 12 privi di marca e matricola.