Messina. Semaforo rotto, ma senza previsionale non si può riparare il danno: caos a San Filippo

L’ordinaria viabilità sconvolta da un atto vandalico: i ritardi nell’adozione del documento contabile scontati dai residenti

semaforo rione provinciale messinaPuò un’azione criminale determinare uno stravolgimento della regolare viabilità cittadina? Sembrerebbe di sì, almeno a Messina, laddove il semaforo che garantiva l’ordinario transito verso il villaggio di San Filippo è stato danneggiato da alcuni facinorosi. Non essendo stato approvato il previsionale a Palazzo Zanca, però, non sarà possibile effettuare gli interventi riparatori del caso, con tutto ciò che ne consegue sul piano pratico: il senso unico imposto dal Comune fa sì che i veicoli che intendano raggiungere la zona debbano passare da Santa Lucia Sopra Contesse. Tutti i veicoli, ambulanze comprese. Una situazione anomala e incresciosa che potrebbe protrarsi nel tempo, fino a quando Signorino non sbloccherà l’impasse sul documento contabile. Frattanto l’Atm ha interrotto la linea 32.

[foto d'archivio]