Messina ricorda i martiri delle foibe: gli appuntamenti in agenda

Calendario fitto d’impegni in città: fra convegni e mostre fotografiche, un confronto con chi patì la “violenza dimenticata”

comitato 10 febbraio foibeCon legge n. 92 del 30 marzo 2004, il nostro ordinamento ha riconosciuto ufficialmente le vittime delle foibe carsiche, istituendo altresì una giornata ad hoc per commemorarle. L’Associazione Nazionale tra i Congiunti dei Deportati italiani uccisi o scomparsi in Jugoslavia (A.N.C.D.J.) e il Comitato 10 Febbraio, per meglio celebrare la ricorrenza, hanno organizzato alcune iniziative. Alle ore 09.00 di domani, presso Piazza Martiri delle Foibe ed Esuli di Istria, Fiume e Dalmazia (incrocio tra le vie Pola, Istria e Concerie), si terra la deposizione della corona di alloro ai piedi della “Stele Votiva Crocifera”, un picchetto d’onore e una commemorazione alla presenza degli esuli superstiti che sono nati nei territori ceduti alla ex Jugoslavia a seguito del Trattato di Pace del 10 febbraio 1947. Alle 9.30, presso l’Istituto Nautico, alla presenza del giornalista Davide Gambale e dello storico Paolo Spadafora si svolgerà un convegno su “Le Foibe”. Giovedì 11 febbraio 2016, alle ore 10.30, un altro convegno sulla memoria si terrà al Verona Trento, con la partecipazione di Piero Adamo, Ferdinando Croce e l’esule istriana Maria Cacciola. Nel corso dell’incontro sarà proiettato il documentario video dal titolo “Foibe Martiri dimenticati” e, al termine, gli studenti dell’Istituto daranno lettura di brani e poesie elaborati per l’occasione sul tema dell’eccidio e dell’esodo Giuliano-dalmata. Dal 10 al 12, inoltre, sarà possibile visitare una mostra fotografica sul tema, allestita presso l’istituto scolastico “Paino” di Gravitelli.