Messina, revocato il senso unico fra i villaggi di San Giovannello e San Filippo

Gioveni: “mi farò carico di richiedere la convocazione urgente, in Commissione lavori pubblici e protezione civile, dell’assessore e del dirigente al ramo, per capire ufficialmente dall’Amministrazione tempi e modalità di intervento per la definitiva messa in sicurezza del tratto di strada in questione”

palazzo zancaLa revoca del senso unico e il conseguente ripristino di quello “alternato” nel tratto di strada compreso fra i villaggi di San Giovannello e San Filippo non deve far cullare affatto l’Amministrazione, che quindi adesso ha il dovere di far diventare “normale” in questa importante arteria di collegamento una situazione viaria assolutamente deficitaria che dura già da fin troppo tempo! Il consigliere comunale Libero Gioveni, nell’esprimere “soddisfazione per il dietro-front del Dipartimento mobilità urbana a cui martedì scorso aveva presentato una interrogazione urgente proprio per evitare l’isolamento dei villaggi di San Filippo Inferiore e Superiore i cui residenti erano stati costretti a percorre un lunghissimo giro da Santa Lucia S.C. semplicemente per recarsi in città, INVITA adesso a non abbassare la guardia e chiede formalmente a Palazzo Zanca l’impegno a portare avanti la progettazione e il finanziamento dei lavori di messa in sicurezza del tratto di strada inibito al transito. Posto che non si può certamente sperare - afferma Gioveni – che i soliti noti non si facciano vivi di nuovo nel vandalizzare i semafori mobili collocati alle estremità del tratto in questione (e quindi far ripiombare nell’incubo gli esasperati e stanchi residenti dei due villaggi collinari), di certo la precarietà della viabilità in una così trafficata arteria, unitamente al potenziale pericolo presente per gli automobilisti, devono assolutamente rappresentare una priorità per chi ha delle responsabilità pubbliche! D’altro canto – prosegue il consigliere – è già trascorso più di 1 anno da quando la carreggiata è stata parzialmente chiusa al transito veicolare, e da allora non sembra esserci stato da parte dell’Amministrazione alcun atto concreto per la risoluzione dell’annosa problematica di protezione civile.Pertanto - conclude Gioveni – mi farò carico di richiedere la convocazione urgente, in Commissione lavori pubblici e protezione civile, dell’assessore e del dirigente al ramo, per capire ufficialmente dall’Amministrazione tempi e modalità di intervento per la definitiva messa in sicurezza del tratto di strada in questione”.