Messina, previsionale 2015: Signorino al round finale

Il Collegio dei Revisori attende le modifiche richieste: la Giunta si muove sul filo del rasoio

signorino perna accorintiUn ultimatum in piena regola: Clara Crocè, segretario della Funzione Pubblica della Cgil, ha inviato una diffida all’Amministrazione cittadina chiedendo l’immediata liquidazione delle fatture alle cooperative. Destinatario del documento è l’assessore al Bilancio, Guido Signorino, alle prese con gli ultimi dettagli per l’adozione del previsionale. L’atto contabile sarà prodotto fuori tempo massimo e i danni cagionati dall’inerzia della Giunta sono evidenti: basti guardare alla mancata erogazione di taluni servizi o all’impasse di fronte ad ogni spesa straordinaria. L’ultimo freno è stato tirato, in ordine di tempo, dai revisori di Palazzo Zanca, che avevano chiesto per tempo al vice-sindaco di produrre gli atti dei singoli dipartimenti sì da consentire una valutazione complessiva dei residui attivi e passivi di ogni singolo dirigente. Una mossa disattesa, almeno inizialmente, e che ha imposto una nuova verifica per ovviare le ultime criticità.