Messina, occupazioni e gite: al Seguenza studiare diventa una gara contro il tempo

Il dirigente scolastico ha formalizzato una proposta ai genitori e ai ragazzi: due ore extra pomeridiane per tre giorni alla settimana, ma il progetto non ha raccolto i consensi sperati

scuola seguenza messinaSe la comunità studentesca non intende recedere rispetto all’idea della gita annuale, allora bisognerà organizzare delle lezioni supplementari pomeridiane per recuperare il tempo perduto: è più o meno questo il ragionamento che il dirigente scolastico del liceo scientifico Seguenza ha esposto ai rappresentanti dei ragazzi e al comitato genitori, trovandosi – però – innanzi ad un muro di gomma. Le due ore aggiuntive, da svolgere tre volte a settimana, andrebbero infatti ad alterare il ciclo delle attività extra-scolastiche dei ragazzi e i familiari hanno quindi rispedito al mittente la proposta. Una proposta che però resta valida, vieppiù considerando come il collegio dei docenti l’abbia perorata dopo l’occupazione dell’edificio organizzata dagli studenti medesimi. A tal proposito non sono mancati accenti polemici, laddove molti genitori rifiutano di far pagare ai propri figli lo scotto di una protesta “subita e non voluta” dai propri ragazzi, imposta da facinorosi determinati ad anticipare le vacanze natalizie.