Messina, Mare d’Inverno: Fare Verde pulisce i litorali

Un week-end di lavoro per i volontari dell’associazione: il report delle attività svolte

da20dcba75479c4d6c525c9a7db59bbf“Il Mare d’Inverno” è un’iniziativa condotta a livello nazionale per sensibilizzare la cittadinanza al concetto che le spiagge vengano mantenute pulite anche nella stagione delle piogge e del freddo. In quest’ottica  volontari  e liberi cittadini “armati” di guanti e sacchetti hanno ripulito simbolicamente una porzione del litorale messinese.

Quest’anno, la manifestazione si è arricchita di un significato ulteriore, e cioè la commemorazione di Tania Corriera, storica Capo Scout messinese tragicamente scomparsa esattamente un anno fa in un incidente stradale in Toscana. Una donna che con la sua attività di volontariato iniziò molti degli attivisti di Fare Verde alla “cultura dell’ambiente”. Per queste ragioni, come illustrato in conferenza stampa il 28 gennaio., l’iniziativa è stata altresì co-organizzata dai Gruppi Scout Agesci di Messina.

Il luogo oggetto di intervento è stato, come già avvenuto in passato, quello del litorale della Zona Falcata, e questo anche alla luce delle recenti novità amministrative che, dopo anni di battaglie incessanti, potrebbero condurre all’avvio del processo di riqualificazione dell’area.

real cittadellaSono stati complessivamente raccolti, con il metodo della differenziata,  20 sacchi grandi (80×120 cm), contenenti rifiuti di vetro, plastica, carta e rifiuti organici.

A parte quanto sopra, si segnala una presenza particolarmente significativa di: 1) un paraurti di automobile; 2) numerosi copertoni; 3) latte di alluminio di varia natura.

Al termine dell’azione, è stato contattato il servizio dell’A.T.O. n. 3 Me, al quale è stata segnalata la giacenza dei predetti rifiuti affinché vengano tempestivamente rimossi dalle competenti squadre di operai.

af8c72d595e44ffdb59852a86708ff23L’Associazione coglie inoltre l’occasione per segnalare lo stato di degrado in cui versa l’area della Falcata: tutto il tratto circostante la Real Cittadella appare infatti sempre di più come una “discarica a cielo aperto” in “regolare attività”.

Ed infatti, nelle immediate vicinanze dell’inceneritore comunale si riscontrano numerose guaine di cavi, evidentemente residuo di furti di rame, nonché rifiuti di vario tipo (principalmente laterizi e materiale di risulta). Anche sulla spiaggia e tutto intorno alle mura della Real Cittadella, proliferano cumuli di rifiuti di ogni genere.

Il prossimo 7 febbraio 2016 – condizioni meteo-marine permettendo – il Mare d’Inverno si terrà, come di consueto, anche alle Isole Eolie.