Messina, ieri il primo forum del laboratorio sui beni comuni

Dagli occupanti dell’ex scuola Foscolo agli attivisti No Muos: gran parterre a Palazzo Zanca

daniele ialacquaSi è tenuto ieri a Palazzo Zanca il primo Forum 2016 dei beni comuni sul tema della riorganizzazione del Laboratorio e delle delibere poste all’odg del Consiglio comunale, esitate lo scorso anno dal Laboratorio, ovvero le proposte di delibere di  regolamento per la gestione dei beni comuni ed il bilancio partecipativo. Alla presenza di numerose persone, tra cui la consigliera comunale, Ivana Risitano, il prof. Trimarchi del dipartimento Scienze Giuridiche dell’Università, e di rappresentanti dei comitato giovani No Muos e Casanostra, degli occupanti ex scuola Foscolo, di Cmdb, l’assessore con delega all’Autogestione dei Beni comuni, Daniele Ialacqua, ha evidenziato l’attività svolta in questi due anni di vita del laboratorio, le nove  delibere di Giunta municipale approvate dopo il lavoro del laboratorio, gli incontri e gli approfondimenti in sede di tavolo tecnico e di forum, ringraziando quanti hanno collaborato in questa prima fase. “Si tratta ora – ha ribadito Ialacqua – di raccogliere i frutti e di impegnarsi a diffondere in città la cultura dei beni comuni e della partecipazione, informando e soprattutto coinvolgendo i cittadini sui nuovi strumenti della loro gestione che presto potrebbero essere varati dal Consiglio comunale”. Dopo un ampio dibattito, l’assemblea ha deciso di riorganizzare il laboratorio, adeguandolo ai nuovi compiti che s’intendono svolgere con l’implemento, in primo luogo, di strumenti e canali d’informazione ai cittadini, instaurando rapporti con le città, italiane e non, che hanno già sperimentato forme di gestione dei beni comuni e di partecipazione. Si è deciso pertanto di promuovere incontri nelle scuole e nei quartieri; produrre una newsletter per informazioni sull’attività del laboratorio; aprire una finestra sul suo sito internet per aggiornare sulle buone pratiche di partecipazione in Italia e nel mondo; nominare alcuni “ambasciatori” con il compito di prendere contatti con città impegnate in esperienze simili; organizzare, in collaborazione con il dipartimento di Scienze Giuridiche, una “due giorni” che metta a confronto le esperienze comuni del Sud Italia. In merito alle due delibere all’odg del Consiglio comunale, il forum ha concordato di avviare una campagna d’informazione cittadina pubblicizzandone i contenuti; di prendere parte, con una delegazione, ai lavori della Commissione consiliare di domani, venerdì 19, e di garantire una presenza in occasione delle prossime sedute che tratteranno l’argomento, informando i cittadini sulle posizioni e le decisioni che verranno assunte. Nel corso del forum si è anche discusso della situazione dell’occupazione dell’ex scuola Foscolo e di altre realtà d’occupazione, questioni che verranno approfondite in un incontro specifico per valutare la percorribilità delle proposte avanzate.