Messina, controllo del territorio: 4 arresti e varie segnalazioni

Carabinieri cinofili in attivitàDurante la mattinata del 20 febbraio i Carabinieri della Compagnia di Messina Centro unitamente al personale del locale nucleo radiomobile, con l’ausilio del nucleo cinofili di Nicolosi, hanno condotto un servizio straordinario di controllo del territorio nel rione “GIOSTRA”, traendo in arresto in flagranza per furto di energia elettrica le seguenti persone:

-      BERTUCCELLI Giuseppe, messinese cl. 1979;
-      CANNAO’ Annamaria, messinese cl. 1979;
-      CARUSO Mariangela, messinese cl. 1980.

I predetti, avevano manomesso il dispositivo elettronico del contatore ENEL riuscendo ad ottenere la fornitura ad un canone ridotto del 99,5%, come accertato dai tecnici ENEL intervenuti sul posto. Inoltre, corso medesima attività, a seguito di perquisizione domiciliare, i militari operanti segnalavano alla Prefettura, per detenzione illecita di sostanze stupefacenti per uso personale, numero 3 persone. Quest’ultimi venivano trovati in possesso di complessivi n. 4 bilancini di precisione; n. 3 tritaerba e n. 4 dosi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, successivamente sottoposti a sequestro.

Dopo le formalità di rito, il BERTUCCELLI veniva trattenuto presso la camera di sicurezza della compagnia di Messina Sud mentre la CANNAO’ e la CARUSO venivano sottoposte al regime di detenzione domiciliare in attesa del rito direttissimo. Nell’occorso, i militari della stazione di ME-Giostra, traevano in arresto per evasione VITI Claudio cl. 1996, pregiudicato, poiché, nonostante fosse sottoposto al regime di detenzione domiciliare, veniva sorpreso all’esterno della propria abitazione. L’arrestato, esperite le formalità di rito, veniva accompagnato presso il proprio domicilio in attesa del rito direttissimo.

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno effettuato una serie di controlli a tappeto per il contrasto ai reati in materia di sostanze stupefacenti nei principali villaggi della giurisdizione, effettuando numerose perquisizioni sia personali che domiciliari. A finire nella rete del Nucleo Operativo sono state tre persone, rispettivamente classe 1963, 1968 e 1990, le quali, sottoposte a perquisizione personale, sono state trovate in possesso di singole dosi di cocaina, eroina ed hashish per uso personale. Nell’ambito dello stesso contesto di intensificazione dei controlli, le Stazioni di Scaletta Zanclea e di Santo Stefano Medio, grazie ad un’operazione svolta anche con l’ausilio di unità cinofile antidroga, hanno segnalato alla locale Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti altri tre giovani, classe 1986, 1989 e 1977, avendo rinvenuto diversi grammi di marijuana occultati all’interno dell’autovettura di uno e dell’abitazione degli altri due. L’ultimo di questi, in particolare, deteneva in casa la sostanza nonostante fosse ristretto al regime della detenzione domiciliare per reati commessi in altro ambito.

E’ stato invece denunciato a piede libero per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio P.S., pregiudicato messinese classe 1973, al quale, a seguito di perquisizione personale effettuata dai carabinieri del Nucleo Operativo di Messina Sud, e stata trovata una dose di cocaina custodita all’interno della tasca dei pantaloni e, nel corso della successiva perquisizione domiciliare, altre tre dosi della medesima sostanza, occultate insieme ad un bilancino di precisione in un armadio della camera da letto.