Messina, arrestato un 32enne per evasione dai domiciliari

L’uomo si trovava tranquillamente all’interno di un altro appartamento, situato in una palazzina confinante ma non comunicante con la propria, quando, avvisato dell’arrivo dei Carabinieri, ha tentato di fare rientro a casa sfruttando un’impalcatura per lavori edili che gli ha consentito di raggiungere il piano a cui è posta la propria abitazione e di fare ingresso dalla finestra

MANGANO Mario AlessandroNella tarda mattinata di martedì 2 febbraio 2016, durante uno dei tanti e continui controlli finalizzati a garantire il rispetto dei provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria, i Carabinieri del Nucleo Operativo di Messina Sud hanno tratto in arresto Mario Alessandro Mangano, pregiudicato messinese classe 1983, sorpreso al di fuori della propria abitazione nonostante fosse sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. L’uomo si trovava tranquillamente all’interno di un altro appartamento, situato in una palazzina confinante ma non comunicante con la propria, quando, avvisato dell’arrivo dei Carabinieri, ha tentato di fare rientro a casa sfruttando un’impalcatura per lavori edili che gli ha consentito di raggiungere il piano a cui è posta la propria abitazione e di fare ingresso dalla finestra. L’intenzione, risultata vana, era quella di eludere il controllo, simulando di non essersi mai mosso da casa. L’evaso non aveva però fatto i conti con i militari rimasti all’esterno per sorvegliare il perimetro della palazzina, che hanno assistito a tutta la scena. Mario Alessandro Mangano è stato quindi tratto in arresto nella flagranza del reato di evasione e, dopo le formalità di rito, è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo, che avrà luogo nella mattinata di mercoledì 3 febbraio 2016.