Messina, antibiotico fatale: ragazzo di 29 anni stroncato dopo una visita dentistica

Le autorità hanno aperto un’inchiesta sui tragici eventi che hanno condotto al decesso della vittima: l’accusa è di omicidio colposo. Si attende l’autopsia

tribunale messinaUn ragazzo di 29 anni, Ivan Pagano, è morto lo scorso 23 febbraio nei locali del Papardo, dopo essere stato sottoposto a un’iniezione di antibiotico per un ascesso dentale. Il sostituto procuratore, Margherita Brunelli, appreso il fatto ha immediatamente disposto un’inchiesta per accertare cosa sia accaduto negli ultimi tragici momenti di vita del giovane. In mattinata, secondo quanto trapelato, dovrebbe essere conferito il mandato al medico legale affinché rediga il referto autoptico per far luce sull’accaduto. Ad ora, secondo le prime ricostruzioni, le frammentarie informazioni lasciano spazio ai dubbi: il ragazzo, da diversi giorni affetto da un dolore ai denti, avrebbe accusato un malore e perso conoscenza poche ore dopo la visita dentistica. In tal sede il paziente era stato sottoposto a una dose di Rocefin. La pista battuta dalle autorità è quella di omicidio colposo, ma non essendoci elementi per poter incriminare nessuno il fascicolo, al momento, risulta aperto contro ignoti.