Messina, Accorinti replica ai sindacati: avete falsificato la realtà

Il primo cittadino richiama Cgil, Cisl e Uil: il giudizio dei segretari provinciali viene ritenuto strumentale e ingeneroso

(foto) Sindaco Renato Accorinti (Messina)I segretari confederali hanno espresso giudizi negativi sul governo della città. Giudizi ingenerosi, a detta del sindaco, che non rendono il meritato tributo all’operato dell’Amministrazione. La presa di posizione del mondo sindacale viene definita “incomprensibile”: Cgil, Cisl e Uil “partono da una criticità obbiettiva per poi falsificare la realtà, senza considerare gli interessi che l’Amministrazione sta tutelando e promuovendo: recupero del potere assunzionale, stabilizzazione dei precari, nuovi investimenti con ricadute occupazionali per tutte le categorie economiche compreso il mondo delle imprese. L’Amministrazione ha fin dal suo insediamento costruito un sistema di relazioni istituzionali solide e positive – precisa Accorinti –  per risolvere i problemi e rilanciare la città in una nuova dimensione moderna che guarda al futuro”. Le critiche, allora, possono essere al più un richiamo alla concertazione, quella concertazione che – a detta del sindaco – la Giunta ha sempre perorato prediligendo in politica i valori della condivisione e della partecipazione.