Maltempo al Sud: Vibonese sott’acqua. Scatta l’emergenza [LIVE]

bivona-640x480Situazione critica a causa del maltempo che sta colpendo la Calabria tirrenica centro/meridionale, in modo particolare tra le province di Reggio Calabria e Vibo Valentia dove nella giornata odierna sono caduti tra 60 e 90mm di pioggia e ancora continua a piovere. Allagamenti, disagi, richieste di soccorso, notevoli danni e traffico in tilt in diverse zone del Vibonese a causa del maltempo. Le zone piu’ colpite sono quelle di Vibo Marina e Bivona, frazioni costiere della citta’ capoluogo, dove un fiume d’acqua ha invaso le principali strade e diversi quartieri.

Esondati pure alcuni torrenti. Diverse le chiamate ai Vigili del fuoco anche da altri centri della provincia come Cessaniti, Maierato e Sant’Onofrio dove si segnalano allagamenti pure nelle private abitazioni. Disagi pure a Vibo Valentia dove fino al momento sono caduti 54mm di pioggia. I bimbi della scuola elementare di Vibo Marina sono invece rimasti bloccati nelle aule all’uscita dalle lezioni poiche’ il cortile e le strade esterne risultavano totalmente allagati.

La Protezione civile regionale ha diramato un comunicato per rendere noto che a Maierato, nel Vibonese, nei pressi dell’enorme frana che nel 2010 ha fatto venire giu’ un intero costone e causato enormi danni con l’evacuazione degli abitanti della zona, a causa del maltempo “si registrano fenomeni idrogeologici significativi in atto”.

La stessa Protezione civile spiega poi che una strada si e’ trasformata in “un torrente proprio a due passi da un’abitazione che si trova non lontana dal luogo in cui si verifico’ la spaventosa frana che trascino’ con se’ una parte di collina”. La Protezione civile Calabria rende inoltre noto che “sta assistendo il sindaco di Maierato, Sergio Rizzo, per il coordinamento delle attivita’ in emergenza e la salvaguardia della pubblica incolumita’”. A Maierato sono caduti fino al momento 62mm di pioggia. Da segnalare oltre 70mm a Zungri.

Nel pomeriggio presso la Prefettura di Vibo Valentia s’è riunito il Centro di coordinamento soccorsi, massimo organismo territoriale in materia di emergenze di protezione civile, alla presenza di sindaci, forze dell’ordine e del capo della Protezione Civile Calabria Carlo Tansi.