Il prof. reggino Massimiliano Ferrara su Hmolpedia con gli studi su “Economic geometric dynamic”

massimiliano ferrara università mediterraneaIl professore reggino Massimiliano Ferrara, coordinatore del Corso di Studio Magistrale in “Economics” del DiGiEc entra nella Hmolpedia (Encyclopedia of Human Thermodynamics, Human Chemistry, and Human Physics), l’equivalente Wikipedia delle scienze appena elencate. Gli studi che applicano all’economia i modelli della termodinamica, con un originale approccio trasversale, hanno portato alla creazione di una tabella di variabili comparate e relativi modelli inseriti nella pubblicazione “Economic geometric dynamics”. Lasciamo agli specialisti la lettura dei dettagli. Noi profani ci accontentiamo di fare al prof. del Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia gli auguri per i suoi futuri studi.

Economics, conferenza stampaMassimiliano Ferrara a partire dal 2003 ha sviluppato un metodo di ricerca volto a combinare strumenti e modelli propri della Termodinamica e della geobiodinamica e le scienze economiche. Importante la connessione teorica tra i principi fondanti la Geobiodinamica e l’approccio scientifico di G. Roegen per l’analisi dei sistemi economici. Partendo da questo substrato scientifico è stato elaborato un isomorfismo tra alcuni strumenti di ricerca, classicamente utilizzati in Termodinamica e l’Economia. Partendo da queste premesse, nel 2008 è stato elaborato un modello con il quale si studiava il “caso Europa a 27 Paesi” e le condizioni verificate le quali il sistema europeo convergerebbe ad un equilibrio. nel 2004 Massimiliano Ferrara introduce in letteratura l’Economic geometric dynamics, linea di ricerca co-sviluppata dall’autore negli ultimi anni.

Nell´ambito di questo universo di ricerca, è stata concentrata l’attenzione sullo studio di alcune proprietà dei campi vettoriali, dei quali si è provveduto a fornire una formulazione analitica, partendo da nuove classi di Varietà di tipo Riemann-Jacobi generalizzata, Riemann-Jacobi-Lagrange, tali da assicurare che ogni traiettoria dello stesso campo sia una geodetica. Questo risultato viene ad essere corroborato dal fatto che il campo lineare associato alla classe di campi vettoriali ai quali abbiamo fatto riferimento, può essere descritto come: una soluzione di un problema di Cauchy associato ad un sistema differenziale autonomo del primo ordine; una soluzione di un problema di Cauchy associato a un “prolungamento conservativo” del secondo ordine del sistema iniziale di cui al punto sopra. I principi introdotti e il nuovo approccio che ne deriva sono orientati all’analisi della c.d. Termoeconomia.

Link: http://www.eoht.info/page/Massimiliano+Ferrara