Giorgia Alò, la “misteriosa calabrese” di “The Voice” a StrettoWeb: “la mia vita non è più la stessa. Dolcenera è speciale”

giorgia alò

La prima puntata del noto programma “The Voice” è stata davvero particolare e piena di emozioni. La giovanissima Giorgia Alò ha stupito i quattro coach e il pubblico in studio per la sua particolare voce. Giorgia ha cantato “Enjoy the silence” dei Depeche Mode e il suo timbro di voce è stato confuso fino alla fine con quello di un uomo (vedi video in coda all’articolo).

Cosa hai provato in questo esordio televisivo a “The voice”

“Quando sono salita sul palco di The Voice ho percepito che la mia vita non sarebbe stata più la stessa. Ormai sono uscita allo scoperto e il mio segreto e diventato pubblico dominio per chiunque mi abbia ascoltato la scorsa settimana in prima serata. Ciò che ho percepito e stato opportunità”.

Come nasce l’idea di partecipare a “The Voice” 

“L’idea di partecipare a The Voice parte dal desiderio di mettermi in gioco. Non avendolo mai fatto prima ho tentato la fortuna mandando una registrazione alla produzione e poi da cosa nasce cosa. Avendo finito gli studi mi sono subito buttata nel mio sogno di cantare. Non è che un giorno mi sono svegliata e ho deciso di cantare… sono sempre stato lì ad aspettare che trovassi il coraggio di mettermi in gioco”.

Com’è andata la prima esibizione a “The Voice”

“La prima esibizione e stata l’emozione più grande della mia vita. Il brano è un pezzo pazzesco che ho sempre amato e anche se non si sono girati tutti e quattro i coach, non rimpiango niente anzi, sono contenta perchè avranno tempo di scoprirmi e conoscermi. Dolcenera è una persona speciale, con un animo buono e pieno di vita e sono contenta che abbia scommesso su di me, non la deluderò”.

Particolare la reazione dei coach quando hanno visto che eri una donna…

“Ho rivisto il video della Blind Auditions in ripetizione e la reazione dei coach è stata la reazione di tutti quelli che comunque mi hanno sentito: increduli ed ovviamente anche scettici. Molti hanno pensato che l’unica spiegazione era quella che imitassi una voce cosi bassa e cupa ma possiedo questa voce fin da quando ne ho memoria e questa era una cosa che avevo piacere a chiarire. La mia voce non è artefatta, è cosi naturale quando canto ed ovviamente poi dipende dalla tonalità della canzone perchè posso fare canzoni con tonalità molto più alte della canzone della Blind”.

Le tue origini sono calabresi, vero?

“Sono italiana 100% e non potrei esserne più fiera. Mio padre è calabrese, mia mamma romana. Da qualche anno viviamo tutti a Londra”.

Il tuo rapporto con la Calabria?

“Mio padre é nato a San Lucido ma purtroppo non ho mai avuto l’occasione di visitare la sua città natale. Ma me la immagino come quella vecchia canzone di Fred Bongusto “Una rotonda sul mare”.

Le tue ambizioni, i tuoi sogni, le tue speranze.

“Sogno semplicemente di essere felice di quello che faccio nella vita, essere soddisfatta a fine giornata e non vedere l’ora di ricominciare la giornata tutta da capo. Il mio primo obiettivo di una laurea in comunicazione e marketing è già stato raggiunto ed ora sono passata alla mia seconda fase che è quella di immergere la mia vita nella musica e non lasciarla più andare via”.

Qual è il vero segreto della tua voce?

“Nessun segreto, soltanto madre natura”.