Firmato il protocollo di collaborazione che prevede corsi di aggiornamento per i docenti sul tema del cinema e del teatro

teatroPromuovere il linguaggio e la cultura del cinema e del teatro nella scuola è questo questo l’intento di un Protocollo  per aprire un nuovo capitolo basato sulla collaborazione fra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e quello dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

“Finora la scuola è sempre andata al teatro o al cinema. Ora si vuole portare il cinema e il teatro a scuola, con due bandi di concorso in cui si chiede ai ragazzi di esprimersi attraverso questi linguaggi partecipando con copioni e video inediti, ed a tal proposito il Ministro Stefania Giannini così si è espressa in una dichiarazione “La scuola non deve soltanto farsi carico dell’osservazione passiva, da spettatori, di  queste due forme di arte, ma deve anche promuovere un ruolo attivo dei ragazzi”.

“Le iniziative previste dal Protocollo – ha spiegato il ministro Franceschini  – danno seguito a quanto già stabilito dalla legge Buona Scuola. Rientrano in una strategia iniziata con il ritorno della Storia dell’arte nelle scuole e proseguita con l’equipollenza dei titoli di studio delle scuole che fanno riferimento ai Beni culturali, con la card da 500 euro per i 18enni, che ha una funzione pedagogica perché vuole avvicinare i giovani al teatro, al cinema, alla musica e all’acquisto dei libri, oltre a dare anche un risultato importante per le imprese del settore, perché la copertura finanziaria della norma è di 290 milioni, che vuol dire incassi garantiti”.

Il Protocollo siglato oggi dai Ministri Franceschini e Giannini prevede corsi di aggiornamento per i docenti sul tema del cinema e del teatro, la promozione della partecipazione del mondo della scuola a rassegne, festival e manifestazioni teatrali e cinematografiche, la realizzazione di un Festival nazionale del Teatro a scuola, la promozione della Giornata Mondiale del Teatro  (27 marzo), della Giornata del Contemporaneo (15 ottobre) e della Giornata Mondiale del Patrimonio Audiovisivo (27 ottobre). Sono previsti anche due bandi di concorso, “Ciak – Si studia!”, che invita gli studenti a mettersi alla prova in qualità di sceneggiatori, registi e autori, e “Scrivere il Teatro”, che chiede ai ragazzi di diventare autori teatrali, presentando un testo, originale e non, su argomenti di valenza sociale.

Domenico Crea