Esplosione Ankara, almeno 5 morti

Esplosione AnkaraE’ di almeno 5 morti e 10 feriti il primo bilancio provvisorio di un0autobomba vicino ad una base militare e al Parlamento di Ankara che ha investito un convoglio di soldati che stava passando in quel momento. L’azioen non e’ stata rivendicata ma si sospetta di un’azione del Pkk. Secondo il governatore di Ankara Mehmet Kiliclar, l’attentato si e’ verificato a piazza Kizilay, tra il quartier generale delle froze armate ed il Parlamento. I soldati uccisi e feriti dalla deflagrazione viaggiavano su autobus non blindati per cui i militari all’interno sono stati investiti in pieno dalla potenza dell’esplosione. In attesa dell’inizio del vertice sulla sicurezza convocato d’urgenza dal premier Davutoglu, i media locali parlano di due piste per risalire agli autori dell’attacco. La pista islamista, che porterebbe all’Isis e a cellule eventualmente attive in territorio turco, ma sopratutto i ribelli separatisti curdi del Pkk, in considerazione del fatto che obiettivo e modalita’ dell’esplosione, ricalcano precedenti attacchi da parte dei miliziani curdi nel sud-est del Paese.