E’ morto Domenico Scola: lutto per l’automobilismo calabrese

Auto: Simone Faggioli vince cronoscalata del ReventinoL’Automobile Club Reggio Calabria con il presidente Santo Alfonso Martorano, il vice Salvatore Lipari e la direttrice Donatella Bolognano, sono vicini in questo triste momento ai familiari di “Don Mimì”, vera e propria istituzione dell’automobilismo calabrese. “Una grave perdita umana e professionale –esordisce il presidente Santo Alfonso Martorano- la scomparsa di don Mimì. Un vero e proprio mostro sacro dell’automobilismo della nostra regione. Parlare della famiglia Scola, in Calabria e non solo, è sinonimo di auto e di corse. Addio grande campione di sport e di umanità”. Alle parole del presidente Martorano si associano all’unisono il vice presidente nonchè responsabile della  Nuova Commissione Sportiva dell’Automobile Club Reggio Calabria, Salvatore Lipari, e la direttrice Donatella Bolignano: “Un giorno triste –affermano- per tutto il mondo dell’automobilismo e delle corse nazionali e calabresi in particolare. Tutto il panorama italiano conosceva i trascorsi ed il valore di don Mimì. Ci mancherà tanto.La sua figura rimarrà indelebile nei nostri cuori e proseguirà con il figlio ed il nipote. Per la prossima storica cronoscalata Santo Stefano-Gambarie in programma il prossimo 26 giugno istituiremo un premio speciale alla sua memoria”. Addio “don Mimì”