Costituite le orchestre degli studenti della provincia di Reggio Calabria

Morabito Lamberti Nappa BattagliaUn’orchestra sinfonica e una di fiati formata dagli studenti delle Scuole Medie a indirizzo musicale della provincia di Reggio Calabria e del Liceo Musicale di Cinquefrondi, sezione staccata del “Rechichi” di Polistena, individuato quale ente capofila. Stamattina la conferenza stampa di presentazione del protocollo di intesa tra l’Ufficio Scolastico reggino, la Provincia e i dirigenti scolastici delle scuole coinvolte. Oltre al “Musicale” anche gli Istituti Comprensivi di Laureana – Galatro – Feroleto, il “San Francesco” di Palmi, di Gioiosa Ionica – Grotteria, di Marina di Gioiosa Ionica, il “Maresca” di Locri, il “Carducci – Da Feltre”, il “Catanoso – De Gasperi”, il “Catona Radice Alighieri” e il “Vitrioli – Principe di Piemonte”. «E’ un’iniziativa che ha il plauso del Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Diego Bouché – ha dichiarato Mirella Nappa, al vertice dell’Ambito Territoriale di Reggio Calabria – per un accordo che è unico nel suo genere su tutto il territorio nazionale. Il fine è quello di rendere protagonisti i ragazzi delle nostre scuole anche in eventi pubblici sul territorio. Nelle consapevolezza che far vivere momenti di studio collettivo aiuta gli allievi a confrontarsi e a crescere in maniera costruttiva». Tre i direttori di orchestra già individuati nel protocollo, Roberto Caridi, Maurizio Managò e  Concetta Nicolosi,  docenti di strumento presso le istituzioni scolastiche, che saranno coadiuvati dai colleghi titolari di discipline musicali presenti in organico. «Un accordo decisivo per permettere agli studenti della provincia di esibirsi e farsi conoscere – ha dichiarato la Dirigente del Musicale di Cinquefrondi, Francesca Maria Morabito. Metterci in rete per la creazione delle due orchestre è stata un’idea che gratifica le nostre aspettative in qualità di operatori della scuola. Gli studenti e le famiglie – ha concluso – ci chiedono di favorire le attività concertistiche. Insieme agli altri dirigenti daremo risposta a questa richiesta». Poi un direttore artistico d’eccezione, Giacomo Battaglia per il quale: «la musica dovrebbe essere la seconda lingua ufficiale nelle scuole di tutto il mondo. È questa la Calabria che vogliamo – ha dichiarato – quella che sa fare rete. E sono certo che dalle orchestre, il passo per una compagnia musicale e teatrale sarà breve. Essere un gruppo coeso è il primo step per avere successo». Eduardo Lamberti Castronuovo, assessore alla cultura e alla legalità della Provincia, auspicando il coinvolgimento del Maestro Riccardo Muti, non ha dubbi: «Il protocollo attribuisce un ruolo vivace al mondo della scuola. La musica è lo strumento migliore per regalare un’immagine positiva della Calabria. Sono certo che i nostri studenti saranno in grado di farsi valere già in occasione dell’esibizione a Reggio dell’Orchestra Sinfonica della Rai prevista per il 29 aprile prossimo».