Ciclone “Zissi”, oggi scuole chiuse: verifiche in corso, lento ritorno alla normalità. Nuova allerta meteo per domani

rende

Lento ritorno alla normalità in Calabria dopo lo scirocco impetuoso che nella giornata di ieri ha sferzato tutta la Regione, con raffiche da uragano. Il vento ha raggiunto i 135km/h a Cosenza e i 113km/h a Reggio Calabria, ma ha superato i 110-120km/h in tutte le province provocando danni gravissimi e, purtroppo, anche una vittima e due feriti tra cui un bambino di 8 anni di Vibo Valentia ancora ricoverato ai riuniti di Reggio Calabria in gravi condizioni. Oggi le scuole sono chiuse a Reggio Calabria, Cosenza, Rende, Gioia Tauro, Cinquefrondi e San Roberto, per verifiche alle strutture dopo i danni di ieri. Gli uomini della protezione civile, coadiuvati dalle strutture operative comunali, dalle forze dell’ordine e dai vigili urbani stanno lavorando sul territorio e non si segnalano particolari criticità.

vento forte a reggio (14)La situazione sta tornando alla normalità. Resta operativa la sala della protezione civile, ed è attivo il numero verde 800222211 per info e segnalazioni. Ieri sono state più di mille le telefonate con richieste di informazioni e soccorso in tutta la Regione, centinaia gli interventi di Vigili del Fuoco e protezione civile. Intanto però scatta una nuova allerta meteo per la giornata di domani, martedì 1 marzo. Forti piogge colpiranno tutto il versante tirrenico della Regione, tra le province di Cosenza, Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria, con nubifragi e temporali che potranno provocare frane e smottamenti. I venti saranno tesi occidentali ma non paragonabili a quelli di ieri, le temperature in calo ma comunque superiori alle medie del periodo con quota neve superiore ai 1.500 metri di altitudine. Per monitorare la situazione in tempo reale ecco le pagine relative al nowcasting: