Calabria, Legambiente assegna gli Oscar dell’ecoturismo 2016

legambiente longanoAmbiente, sostenibilità, sport come stile di vita, benessere, innovazione tecnologica, diving e cicloturismo: sono queste le principali parole chiave del nuovo turismo sostenibile. E’ in base a questi e ad altri parametri che Legambiente ha assegnato oggi gli Oscar dell’ecoturismo 2016 nel corso della Bit di Milano. In Calabria, è stato premiato il Minerva Club Resort per l’ottima gestione ambientale: “Per l’impegno in una gestione ambientalmente attenta nonostante i minori servizi presenti. Il resort effettua la raccolta differenziata con ditta privata, ha un impianto fotovoltaico, quasi tutto il cibo è sfuso e fatto direttamente da loro, fanno ottima promozione del territorio, hanno noleggio bici interno, negozio di specialità calabre, fanno serata tipica calabrese, sono partner di special olympics e ospitano gratuitamente associazioni sportive di disabili”. Queste le motivazioni del premio che ha visto il club resort calabrese tra le 26 strutture ricettive premiate, in tutta Italia, selezionate tra le quasi 300 strutture affiliate all’etichetta Turismo Bellezza Natura in 10 regioni diverse. Le strutture turistiche italiane, infatti, hanno superato brillantemente i controlli che l’associazione effettua annualmente sull’applicazione dei disciplinari che determinano il rilascio dell’etichetta: una serie di misure obbligatorie e facoltative che vanno dall’attenzione alla bioedilizia alla gestione dei rifiuti, dall’impegno sociale fino alla qualità del cibo, le attività didattiche, l’accessibilità, la promozione del territorio e delle forme di mobilità dolce. “Gli Oscar dell’ecoturismo presentati alla Bit di Milano – afferma Angelo Gentili, responsabile nazionale Legambiente Turismo – rappresentano le eccellenze del panorama nazionale nell’ambito del turismo amico dell’ambiente. Si tratta di strutture ricettive che hanno scelto la sostenibilità e il rapporto con il territorio come ingredienti essenziali per confezionare la proposta per i propri clienti, sempre più attratti da questo tipo di scelte, come indicato dai dati più recenti sul turismo ambientale. La sezione dedicata ai parchi e alle aree protette dimostra quanto questi territori stiano facendo per sviluppare le modalità di fruizione più avanzate e compatibili con i delicati ecosistemi che tutelano”. “Una buona notizia per la Calabria – dichiara Francesco Falcone, presidente regionale di Legambiente – che risponde presente sui temi dell’eco turismo. Molto ancora è necessario fare sulle politiche strategiche per il rilancio del settore. Confidiamo nell’efficacia delle azioni previste nella programmazione 2014 e 2020, non ancora partita. Devono giocare un ruolo strategico anche i gruppi di azione costiera e locale (Gac e Gal), i Parchi nazionali ed il Parco delle Serre”. Sono 11 le categorie in cui sono stati suddivisi i riconoscimenti in tutta Italia: Ottima gestione ambientale (che conta 7 strutture); Amici del clima (6); Alimentazione (1); Mobilità sostenibile (2); Impegno sociale (2); Gastronomia (1); Acqua (1); Comunicazione-educazione ambientale (2); Riqualificazione delle dune e mobilità sostenibile (1); Rifiuti (1); Bioedilizia (1).

Foto di repertorio