Bova Marina, sabato incontro dal titolo “quali prospettive per i piccoli comuni: eliminarli o mantenerli?”

PalizziLa proposta di legge Lodolini, n. 3420, sottoscritta da 20 deputati, prevede all’Art. 1 (Modifica all’articolo 13 del testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267):

      1. All’articolo 13 del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, è aggiunto, in fine, il seguente comma:

      «2-bis. Un Comune non può avere una popolazione inferiore a 5.000 abitanti».

Se questa proposta dovesse diventare legge, significherebbe non solo la morte dei piccoli comuni, ma anche la morte della democrazia, la morte del territorio italiano, per lo più collinare e montano, è la morte di un sogno. Il sogno dei nostri ragazzi, dei nostri giovani, che coltivano il desiderio di progettare il loro futuro nel paese dove sono nati; il sogno di chi giovane non è più e vuole finire i suoi giorni nel paese dove è vissuto e non certo in una desolata, anonima periferia di città. Come Sindaci siamo pronti a lottare, perché questa proposta inaccettabile non veda la luce.  Informeremo i nostri cittadini su quanto viene imposto, deciso d’imperio, dall’alto da chi dovrebbe rappresentarli, interpretando le loro necessità, i loro bisogni, le loro aspettative ed, invece, vuole procedere all’annullamento dell’identità e dell’autonomia territoriale. In tal senso, sabato 13 febbraio, alle ore 10,30 presso la sala Irsecc del Comune di Bova Marina, è organizzato un incontro dal tema “Quali prospettive per i piccoli Comuni: eliminarli o mantenerli?”. Oltre a Sindaci ed amministratori ed al Consigliere Regionale Sebi Romeo, si confronteranno l’on. Enza Bruno Bossio, sottoscrittrice della proposta di legge, e la dott.ssa. Franca Biglio, Sindaco di Marsaglia (CN) e Presidente dell’Associazione Nazionale Piccoli Comuni d’Italia – ANPCI.