Basket A2, Latina-Viola 78-72: terzo quarto da dimenticare per i neroarancio, troppi errori nel finale

Terzo quarto da dimenticare per la Viola Reggio Calabria contro Latina, i neroarancio non riescono a trovare continuità

violaAltro match importante per la Bermè Viola Reggio Calabria che dopo il successo contro Ferentino ha intenzione di confermarsi nella trasferta contro Latina. Con un Mordente in più, reintegrato dopo qualche partita, la squadra di coach Benedetto prova a distanziare la zona retrocessione e provare ad avvicinarsi a quella playoff, obiettivo lontanissimo solo fino a qualche settimana fa ma ora non irraggiungibile.

LA GARA – Inizio di gara equilibrato tra le due squadre che provano a correre per mettere in difficoltà le difese avversarie, Brackins risponde a Mei e non permette ai padroni di casa di scappare. Ihedioha commette tanti errori nei primi minuti, Dobbins e Rullo ne approfittano e portano i neroarancio in vantaggio. Mosley carica i padroni di casa e proprio allo scadere firma il controsorpasso, si va al primo mini intervallo sul 21-19. L’inizio di secondo quarto è favorevole alla squadra di Benedetto, Brackins e Rullo firmano il +5 ospite. La partita prosegue sul filo dell’equilibrio e la Viola mantiene quattro punti di vantaggio all’intervallo.

Il terzo quarto è sanguinoso per la Viola che subisce un break che potrebbe risultare decisivo. I neroarancio soffrono tantissimo dalla lunga distanza, Latina ne approfitta e bombarda dalla lunga distanza. Una tripla dopo l’altra porta i padroni di casa al massimo vantaggio. Nell’ultimo quarto reazione Viola, una tripla di Rullo riapre il match. Dobbins è ancora efficace ma Latina risponde subito. La squadra di Benedetto commette tanti errori nel finale, alcuni clamorosi. Finisce 78-72.

LATINA: Tavernelli 11, Ihedioha 19, Uglietti 16, Mei 11, Mosley 12, Veccia, Grande, Tagliabue 1, Pastore 8, Di Ianni

VIOLA: Adegboye 4, Rullo 14, Crosariol 8, Brackins 18, Dobbins 20, Costa, Luposor, Mordente 2, Pandolfi, Spinelli 6.