Barcellona Pozzo di Gotto: Carnevale…da Oscar per St.A.R. e comunità alloggio

carnevaleRed Carpet d’eccezione nella serata a tema organizzata dal ‘Consorzio Sociale Insieme Onlus’ di Patti (Me) e dalle cooperative associate lo scorso 5 febbraio presso ‘La Salutare’ di Barcellona Pozzo di Gotto. Stelle della serata sono stati gli ospiti delle strutture residenziali per disabili psichici che con l’originalità, la simpatia e l’allegria che sempre li caratterizza, hanno rappresentato una scaletta di cinque celebri pellicole del cinema: artisti a tutto tondo, come si suol dire in queste circostanze! L‘evento, connubio vincente nell’ambito delle attività terapeutico riabilitative, grazie ai laboratori che concorrono al progetto di ‘teatro d’animazione’, è stato realizzato dagli ospiti e dagli operatori delle comunità alloggio ‘La Petit’ (Messina), ‘La Dalia’, ‘La Camelia’ e ‘La Ginestra’ (Barcellona Pozzo di Gotto), ‘Il Girasole’ e ‘Il Tulipano’ (Sant’Agata Militello), ‘La Farfalla’ (Piraino), da quelli delle St.A.R. ‘Villa Arcobaleno’ (Taormina), ‘Villa Gialla’ e ‘Villa Rosa’ (Milazzo), ‘Villa Torrenova’ ed anche da quelli dei gruppi appartamento ‘Casa Zaffiro’ (Messina) e ‘Casa Ambra’ (Sant’Agata Militello).

I film rappresentati in scena sono stati tutti premiati. La consegna degli ‘Oscar’ delle varie categorie è stata adoperata dai rappresentanti dei dipartimenti dell’ASP 5 di Messina: Mariangela Bellinvia, Carmelo Gitto, Antonio Milici ed Elena Trovato per il distretto Barcellona-Patti, Vincenzo Patroniti e Rosaria Russo per il distretto Sant’Agata Militello-Mistretta. Tra le varie personalità presenti in sala anche il Vicesindaco di Barcellona Pozzo di Gotto, Filippo Ezio Sottile, che nel suo saluto ha evidenziato la necessità e la valenza di queste manifestazioni, considerate “momenti importanti per una efficace azione di integrazione e inclusione sociale delle persone con disabilità“.  Presente anche il comune di Milazzo, nelle persone di Giovanni Di Bella (assessore ai Servizi Sociali), Carmelo Torre (assessore alle Attività Produttive) e dei consiglieri Antonino Italiano e Valentina Cocuzza. A partecipare all’evento sono state anche associazioni dei familiari, di volontariato e sostegno sociale, gruppi di coordinamento disabili e la parte più sensibile della cittadinanza: tutte persone che, con la propria presenza, sono testimonianza diretta e costante di impegno per una graduale crescita culturale, nella consapevolezza di una doverosa e spontanea interazione tra le diverse abilità. Perché  - è bene ricordarlo – “nessuno può essere libero se costretto ad essere simile agli altri“ (cit. Oscar Wilde).