Anche in Calabria la seconda Giornata Mondiale contro la tratta di persone e contro tutte le forme di schiavitù e sfruttamento

migranti a reggio (23) - CopiaIn occasione della seconda Giornata Mondiale contro la tratta di persone e contro tutte le forme di schiavitù e sfruttamento , l’Ufficio Migrantes della Diocesi Rossano – Cariati in questa settimana si è fatta promotrice  di una serie di momenti dove si è riflettuto e pregato contro la tratta e contro tutte le forme di schiavitù. Sono milioni nel mondo donne, bambini, uomini che sono sfruttati da persone senza scrupoli per fine di lucro. Un momento molto bello è ricco di preghiera è stata l’Adorazione Eucaristica fatta nella Parrocchia  Madonna del Buon Consiglio in contrada Amica. In quest’ Ora di Adorazione oltre a pregare e a meditare si sono lette diverse testimonianze di persone che sono riuscite a liberarsi dalle catene della schiavitù . Altro momento sempre nella Parrocchia Madonna del Buon Consiglio, che ha visto la partecipazione di molte persone , è stata una celebrazione Eucaristica nel quale si è ricordata la figura di Santa Giuseppina Bakita. Ella è stata una giovane sudanese che da piccola venne sfruttata e solo dopo anni di lotta è stata liberata e divenuta cristiana prese l’abito di religiosa canossiana. Nel 1947 morì e fu canonizzata da Giovanni Paolo II. Durante la celebrazione Don Giuseppe Pisani, vice direttore della pastorale per i migranti della diocesi Rossano-Cariati, ha voluto ricordare come in questo Anno Santo venga concessa a tutti i nostri fratelli sfruttati la capacità di vivere da persone libere e protagoniste del loro futuro. Al termine della celebrazione Eucaristica, Giovanni Fortino  direttore dell’ Ufficio Migrantes ha sottolineato l’urgenza di combattere queste forme di violenza e farsi da tramite per cercare una soluzione a questo problema.

 Antonio La Banca