Al “Rechichi” di Polistena parte l’alternanza scuola-lavoro

Rechichi Laboratorio LinguisticoA partire già dalla prossima settimana gli studenti delle terze classi del Liceo Statale “Rechichi” affronteranno il percorso di alternanza scuola – lavoro previsto dalla Legge 107 del 2015. Per l’anno scolastico in corso il totale dei ragazzi coinvolti, relativamente alle classi terze, sono 125. Settanta ore di formazione per il primo anno, per un totale di 200 ore nel triennio, distribuite in altre settanta ore in quarta classe e sessanta in quinta per ciascuno alunno. Sono 500 gli studenti dell’istituto interessati nel triennio alla formazione  per tutti gli indirizzi del Liceo: Linguistico, Economico – sociale, Scienze Umane e Musicale. Per il Dirigente Scolastico del “Rechichi”, professoressa Francesca Maria Morabito, l’occasione è fondamentale:«per far acquisire ai giovani delle competenze tecno – pratiche che possano coesistere con le conoscenze teoriche apprese in classe». Non solo, perché «l’alternanza scuola – lavoro permetterà agli studenti di avere le idee ben chiare una volta finiti gli studi liceali e comprendere così quale tipologia di professione o studi universitari intraprendere dopo la maturità. Ma è anche un modo per avere un feedback sulle conoscenze e competenze apprese dai nostri allievi in classe – ha continuato la Dirigente – e modulare gli apprendimenti in maniera coerente con le osservazioni prodotte dalle aziende». In tutto sono trentacinque gli enti tra pubblici e privati che ospiteranno gli allievi del “Rechichi”. Imprese e associazioni del terzo settore, della sanità, dell’informazione, come ad esempio l’emittente televisiva Rtv e il sito web Pianainforma.it. Ancora gli studi privati, in convenzione con gli ordini professionali, la Camera di Commercio e i Comuni del comprensorio. Enti pubblici e privati, dunque, che ospiteranno gli studenti fino a giugno. “Siamo consapevoli che la scuola debba dare quell’esempio positivo e propositivo che consenta ai giovani di spendersi nel mercato del lavoro - ha concluso la professoressa Morabito - e vincere la sfida dell’isolamento che molte volte pesa nei territori lontani dai grandi centri urbani”. A margine della presentazione dell’alternanza scuola – lavoro c’è stato poi il tempo di annunciare che una selezione degli studenti del Musicale parteciperanno a pieno titolo a uno stage organizzato in sinergia con l’orchestra dell’esercito italiano e si esibiranno in un concerto al Ministero della Difesa. Mentre giovedì, sempre nella sede di Cinquefrondi, è atteso il Mº Roberto Rossi, prima tromba dell’orchestra della Rai, che si confronterà con gli studenti sullo studio delle discipline musicali e delle partiture per fiati.