A Messina la XXIV Giornata Mondiale del Malato

La manifestazione, con l’attiva collaborazione del Comitato Consultivo Aziendale, presidente Enzo Terzi, del Tribunale per i Diritti del Malato, responsabile Angela Rizzo, dell’AMCI – medici cattolici, presidente Pippo Picciolo, dell’AVIS, presidente Franco Previte e di Scienza e Vita, presidente Pippo Pracanica, avrà il seguente svolgimento

02 POLO H PAPARDOL’Associazione Umanesimo e Solidarietà “Portalegni” di Messina, presidente Nino Quartarone, con il sostegno del CESV, preso atto della pronta disponibilità di padre Francesco Gullo, cappellano dell’Ospedale Papardo e responsabile della Pastorale della Salute della Diocesi,  ha organizzato per lunedì 29 febbraio, presso lo stesso Ospedale, la XXIV Giornata Mondiale del Malato. La manifestazione, con l’attiva collaborazione del Comitato Consultivo Aziendale, presidente Enzo Terzi, del Tribunale per i Diritti del Malato, responsabile Angela Rizzo, dell’AMCI – medici cattolici, presidente Pippo Picciolo, dell’AVIS, presidente Franco Previte e di Scienza e Vita, presidente Pippo Pracanica, avrà il seguente svolgimento. Alle ore 9.30 – S. Messa presso la Cappella dell’Ospedale, ottavo piano e subito dopo il Convegno, presieduto da Pippo Greco, segretario regionale di CittadinanzAttiva, presente il Direttore Generale Michele Vullo, presso l’Auditorium, quarto Piano, che servirà anche, dopo aver commentato il messaggio del Santo Padre, a denunziare che la mancata realizzazione del Centro Oncologico di Eccellenza, dopo aver speso inutilmente 40 milioni, costringe ogni anno diecimila malati di cancro messinesi ad emigrare fuori regione.